Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: giovedì 22 maggio 2014, ore 12:00
Prossima informazione: venerdì 23 maggio 2014, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piogge 3 Svizzera romanda e regione del Sempione 22.05.14, ore 12 23.05.14, ore 12
Piena 2 Altipiano svizzero occidentale, Bacino Lemanico, Chablais, Giura occidentale, Vallese 22.05.14, ore 12 23.05.14, ore 12

Forti precipitazioni e pericolo di piena in Svizzera occidentale

Meteo / Precipitazioni

Situazione attuale

Una profonda depressione quasi stazionaria si trova al largo della Bretagna. Sul suo fianco orientale, una forte corrente in quota da sud-suovest convoglia aria umida e instabile verso la Svizzera.

Previsioni

A partire dal pomeriggio di giovedì 22.5.2014 le precipitazioni inizieranno dapprima al Sud e nelle Svizzera romanda, in seguito anche nella Svizezra tedesca. Le piogge dureranno fino a venerdì a metà giornata.  La fase più intensa delle precipitazioni è attesa fra il tardo pomeriggio di giovedì e il primo mattino di venerdì. Le precipitazioni saranno a carattere temporalesco: localmente sono possibili accumuli importanti di pioggia (anche superiori a 20 mm in 3 ore), raffiche di vento e grandine. Il limite delle nevicate inizialmente sui 2800 metri, scenderà domani mattina verso i 2000 metri, in particolare nella Svizzera romanda.

Anche l'Alto Ticino, il Moesano e le regioni nordalpine a ridosso della catena principale delle Alpi sarano toccate dalle precipitazioni. Si prevede però che la soglia di grado 3 sarà raggiunta unicamente nella Svizzera romanda e nella regione del Sempione. Nelle altre regioni si rimarrà all'interno del grado di allerta 2.

Corsi d'acqua e laghi

Previsioni

Le precipitazioni previste possono causare localmente un repentino e forte aumento delle portate dei corsi d’acqua delle regioni interessate. Il periodo critico durerà da giovedì, ore 12 fino a venerdì, ore 12. In seguito all’incertezza delle previsioni non è possibile prevedere con precisione quali bacini imbriferi saranno più colpiti. Secondo le previsioni attuali, i principali corsi d’acqua principali non supereranno le soglie di allerta.

Avvertenza

Allerta in caso di piena di corsi d’acqua di piccole dimensioni

Per quanto possibile, l’UFAM informa anche in previsione di un forte aumento locale del livello delle acque dei corsi d’acqua di piccole dimensioni. In questi casi, soprattutto in presenza di forti precipitazioni a carattere temporalesco, non può essere fornita una previsione precisa. Le regioni a rischio vengono menzionate nel bollettino sui pericoli naturali. È possibile che non occorra emanare allerte per i corsi d’acqua di grandi dimensioni e quindi che i fiumi e i laghi rimangano in verde sulla carta di allerta.

Previsioni

Teaser