Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: mercoledì 9 luglio 2014, ore 12:00
Prossima informazione: giovedì 10 luglio 2014, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 2 versante nordalpino centrale, versante nordalpino occidentale 07.07.14, ore 18 10.07.14, ore 12
Piena 2 Lago di Lugano 08.07.14, ore 12 10.07.14, ore 12

Pericolo moderato di piena nella regione del lago di Lugano e nelle regioni occidentali e centrali del versante settentrionale delle Alpi

Fino a giovedì, le precipitazioni previste nelle regioni occidentali e centrali del versante settentrionale delle Alpi possono causare un forte aumento del livello dei piccoli e medi corsi d’acqua. Il lago di Lugano ha raggiunto il grado di pericolo 2.

Meteo / Precipitazioni

Situazione attuale

L'allerta di grado 3 per precipitazioni intense, che era attiva sul versante nordalpino centrale e occidentale, è stata revocata. I forti temporali di lunedì, le correnti convergenti umide di martedì e la situazione di sbarramento di mercoledì mattina hanno portato complessivamente nelle ultime 48 ore da 35 a 60 mm, localmente fino a 70 mm, di pioggia, sulle parti centrali ed occidentali del versante nordalpino. Il limite delle nevicate è sceso da 3100 a 2000 metri. 

 

Previsioni

Da mercoledì  a mezzogiorno fino a giovedì sera sono attese sul versante nordalpino, a seguito della persistente situazione di sbarramento, ulteriori piogge. I quantitativi attesi non giustificano più un'allerta di grado 3. Nelle prossime 24 ore sono attesi da 20 a 40 mm, localmente fino a 50 mm, di pioggia. Il limite delle nevicate scenderà temporaneamente fino a 1800 metri, per poi risalire verso 2500 metri.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

I corsi d’acqua delle regioni interessate hanno reagito alle precipitazioni cadute e i loro livelli sono ulteriormente saliti nella giornata di martedì. In alcuni casi è stato quasi  superato il grado di pericolo 2. In seguito alle deboli precipitazioni nella notte su mercoledì, le portate dei piccoli e medi corsi d’acqua sono calate. Il livello dell’Aare a valle del lago di Thun è salito in misura considerevole ma per poco non ha raggiunto il grado di pericolo 2. Al nord delle Alpi, i livelli dei laghi di Brienz e dei Quattro Cantoni, come pure di quelli ai piedi del Giura sono saliti, ma non hanno raggiunto il grado di pericolo 2. Al sud delle Alpi, da martedì il livello del lago di Lugano ha continuato a salire e attualmente si situa nella fascia di pericolo 2.

Previsioni

In seguito alle nuove precipitazioni previste, le portate di alcuni corsi d’acqua del nord delle Alpi saliranno ulteriormente nella giornata di mercoledì e nella notte su giovedì. I piccoli e medi corsi d’acqua delle regioni interessate potrebbero raggiungere il grado di pericolo 2. Il livello dell’Aare rimarrà elevato anche nei prossimi giorni. Secondo le previsioni attuali, fino a giovedì mattina i livelli dei principali corsi d’acqua non supereranno le soglie di allarme.

Il lago di Lugano raggiungerà mercoledì il suo livello massimo nella fascia di pericolo 2, ma non raggiungerà il grado di pericolo 3. Si prevede che il livello del lago di Lugano calerà nei prossimi giorni.

 

 

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Lago di Lugano - Melide 2 271.03 - 271.06 m s. l. m. 09.07.14, 08:00 - 18:00

Teaser