Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: domenica 13 luglio 2014, ore 12:00
Prossima informazione: lunedì 14 luglio 2014, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 3 Lago di Bienna 13.07.14, ore 12 15.07.14, ore 12
Piena 3 Aare a valle del lago di Thun 13.07.14, ore 12 14.07.14, ore 12
Piena 2 Lago di Lugano 08.07.14, ore 12 14.07.14, ore 12
Piena 2 Lago dei Quattro Cantoni, Lago di Brienz 11.07.14, ore 18 14.07.14, ore 12
Piena 2 versante nordalpino 11.07.14, ore 18 14.07.14, ore 12
Piena 2 Aare a valle del lago di Bienne, Lago di Thun, Reuss dal Lago dei Quattro Cantoni fino alla confluenza con la Kleine Emme 12.07.14, ore 12 14.07.14, ore 12
Piena 2 Reuss, alto Reno 13.07.14, ore 12 14.07.14, ore 12
Piena 2 Lago di Neuchâtel 13.07.14, ore 18 15.07.14, ore 12

Pericolo di piene da moderato a marcato a nord delle Alpi

Da domenica sussiste anche un pericolo di piene da moderato a marcato a valle dei laghi di Thun e di Bienne, per la Sarine, la Reuss, il Reno superiore come pure per i laghi di Bienne e di Neuchâtel.

Meteo / Precipitazioni

Situazione attuale

Una zona di bassa pressione si estende dall'Islanda fino ai Balcani. Anche domenica il tempo in Svizzera è determinato da una moderata corrente dai quadranti occidentali, che convoglierà, fino a lunedì, aria ancora umida e instabile verso il nostro Paese.

Nelle ultime 24 ore gli accumuli sono risultati molto irregolari sul territorio. Lungo il versante nord delle Alpi e nelle regioni adiacenti sono caduti tra 15 e 35 mm di pioggia. Localmente sono stati registrati fino a 70 mm, più precisamente nella regione della Gruyère e del Gantrisch come pure nel bacino imbrifero della Töss.
A sud delle Alpi sono caduti nel Locarnese 25 mm, altrove solo pochi mm di pioggia.

La neve è caduta ovunque sopra i 2800 metri di quota.

Previsioni

Una perturbazione temporalesca proveniente dalla Francia attraverserà entro lunedì pomeriggio la regione alpina. Le precipitazioni più intense sono attese nuovamente lungo il pendio nordalpino come pure nelle regioni adiacenti dell'Altopiano, dove sono previsti tra 20 e 30 mm di pioggia, con dei massimi locali fino a 50 mm.

A sud delle Alpi le precipitazioni saranno sulla superficie meno importanti, ma a carattere temporalesco e quindi distribuite in modo molto irregolare. Sono possibili punte fino a 50 mm, più probabili tra il Ticino centrale e il Sottoceneri.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

I livelli dei corsi d’acqua sul versante nord delle Alpi hanno reagito alle precipitazioni cadute tra sabato e domenica mattina e hanno ripreso a salire. Di conseguenza sono aumentati anche i livelli delle acque dei laghi e dei loro deflussi. Per la Gürbe e la Töss sono stati registrati gradi pericolo rispettivamente di 3 e 4. L’Aar a valle dei laghi di Thun e di Bienne, la Sarine, il deflusso del Lago dei Quattro Cantoni e i laghi di Brienz, di Thun, di Bienne e dei Quattro Cantoni rimangono nella fascia di pericolo 2.

A sud delle Alpi, il livello del Lago di Lugano ha raggiunto mercoledì il proprio picco nella fascia di pericolo 2. Da allora sta scendendo molto lentamente.

 

Previsioni

A causa delle precipitazioni a carattere convettivo previste nelle prossime 24 ore i deflussi dei corsi d’acqua a nord delle Alpi potranno localmente aumentare di nuovo in misura significativa. Poiché i suoli sono saturi e i livelli delle acque si situano già a un livello elevato, i corsi d’acqua reagiscono più rapidamente. Per i piccoli e medi corsi d’acqua è possibile un aumento dei livelli oltre il grado di pericolo 2.

Il livello dell’Aar immediatamente a valle del Lago di Thun rimane relativamente stabile nella fascia di pericolo 2. A Berna potrà momentaneamente raggiungere il grado di pericolo 3. Anche immediatamente a valle del Lago di Bienne l’Aar rimane piuttosto stabile all’interno della fascia di pericolo 2. A valle della confluenza con il fiume Emme può superare di poco la soglia del grado di pericolo 2. Il livello della Sarine ha raggiunto il suo picco e sta scendendo. Non si può escludere un nuovo aumento nella notte tra domenica e lunedì. A seconda dei fiumi che reagiranno alle precipitazioni previste, anche la Reuss e il Reno superiore potranno superare di poco la soglia del grado di pericolo 2.

Per i laghi di Brienz, di Thun e dei Quattro Cantoni sono previsti livelli relativamente stabili nella fascia di pericolo 2 fino a lunedì a mezzogiorno.  I livelli dei laghi di Bienne e di Neuchâtel continuano ad aumentare. Il Lago di Neuchâtel raggiungerà il grado di pericolo 2 e il Lago di Bienne potrebbe raggiungere la soglia del grado di pericolo 3 nella notte tra domenica e lunedì.

Il livello del Lago di Lugano continua tendenzialmente a scendere. A seguito delle precipitazioni previste, la diminuzione del livello potrà tuttavia subire un momentaneo rallentamento.

 

 

 

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Aare-Bern 3 430 - 480 m³/s 13.07.14, 12:00 - 14.07.14, 12:00
Aare-Murgenthal 2 700 - 750 m³/s 13.07.14, 12:00 - 14.07.14, 12:00
Bielersee - Ligerz 3 430 - 430.2 m s. l. m. 13.07.14, 22:00 - 14.07.14, 12:00
Lac de Neuchâtel - Neuchâtel 2 429.8 - 430 m s. l. m. 14.07.14, 00:00 - 18:00
Reuss-Mellingen 2 450 - 500 m³/s 13.07.14, 20:00 - 14.07.14, 12:00
Rhein-Basel 2 2500 - 2800 m³/s 13.07.14, 20:00 - 14.07.14, 12:00
Thunersee - Spiez 2 558.05 - 558.1 m s. l. m. 13.07.14, 12:00 - 14.07.14, 12:00

Teaser