Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: lunedì 14 luglio 2014, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 2 versante nordalpino 11.07.14, ore 12 15.07.14, ore 12
Piena 2 Lago dei Quattro Cantoni 11.07.14, ore 18 15.07.14, ore 12
Piena 2 Aare a valle del lago di Bienne, Reuss dal Lago dei Quattro Cantoni fino alla confluenza con la Kleine Emme 12.07.14, ore 12 15.07.14, ore 12
Piena 2 Aare a valle del lago di Thun 14.07.14, ore 12 15.07.14, ore 12

Portate uscenti dai laghi ancora elevate

Il lago dei Quattro Cantoni e le portate uscenti dai laghi di Thun e di Bienne sono tuttora elevate. I livelli dei piccoli e medi corsi d’acqua del versante settentrionale delle Alpi possono crescere di nuovo in modo significativo fra lunedì e martedì. Le altre allerte sono revocate.

Meteo / Precipitazioni

Situazione attuale

Una vasta zona di bassa pressione si estende dall'Islanta ai Balcani. Anche lunedì la regione alpina si trova all'interno di aria umida e instabile ad essa associata. Martedì l'anticiclone atlantico si estende verso l'Europa centrale.

Previsioni

La tendenza a rovecsi rimane oggi ancora piuttosto elevata, in particolare lungo le Prealpi nordalpine. Sono attesi mediamente da 5 a 20 mm di precipitazione, localmente fino a 30 mm. Il limite delle nevicate si attesta a 2900 metri. Nella notte su martedì cessano ovunque le precipitazioni. In seguito fino a domenica le condizioni dovrebbero rimanere in gran parte asciutte e soleggiate.

A sud delle Alpi, dopo un lunedì mattina abbastanza soleggiato e asciutto, si svilupperanno dei cumuli che daranno origine a qualche rovescio isolato che localmente avrà carattere temporalesco.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

I livelli dei corsi d’acqua del versante settentrionale delle Alpi sono in calo da domenica. Di conseguenza sono scesi anche i livelli dei laghi di Brienz, Thun e dei Quattro Cantoni. Quest’ultimo si trova tuttavia ancora nella fascia di pericolo 2. I laghi di Thun e di Brienz sono già scesi al di sotto del grado di pericolo 2 e la relativa allerta può quindi essere revocata. È revocata anche l’allerta per la Sarine.

Le portate uscenti dai laghi di Thun e di Bienne si sono stabilizzate nella fascia di pericolo 2. Il livello del lago di Bienne è in calo e si situa di nuovo al di sotto del grado di pericolo 2. Il livello del lago di Neuchâtel è tuttora in leggero aumento ma non raggiunge il grado di pericolo 2. Le allerte per questi due laghi possono quindi essere revocate.

Le portate della Reuss e del Reno superiore sono in lento calo da domenica. Non hanno raggiunto il grado di pericolo 2 e l’allerta può quindi essere revocata.

Da giovedì, il livello del lago di Lugano è in calo e attualmente si trova appena al di sopra del grado di pericolo 2. Anche quest’allerta può essere revocata.

Previsioni

In seguito alle precipitazioni convettive previste fino a lunedì sera, le portate dei corsi d’acqua del versante settentrionale delle Alpi e nelle regioni limitrofe possono continuare a salire localmente in misura considerevole. I corsi d’acqua reagiranno più rapidamente in quanto il suolo è saturo d’acqua e i livelli sono già elevati.

Il livello dell‘Aare a valle dei laghi di Thun e di Bienne rimane pressoché stabile nel grado di pericolo 2. Il livello del lago dei Quattro Cantoni è in lento calo e probabilmente martedì scenderà al di sotto del grado di pericolo 2. La portata uscente dal lago rimane quindi a un livello elevato.

Teaser