Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: domenica 27 luglio 2014, ore 12:00
Prossima informazione: lunedì 28 luglio 2014, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 2 Lago dei Quattro Cantoni, Lago di Brienz 27.07.14, ore 12 30.07.14, ore 12
Piena 2 Aare a valle del lago di Bienne, Aare a valle del lago di Thun 27.07.14, ore 12 29.07.14, ore 12
Piena 2 Limmat, Sihl, Thur, alto Reno 27.07.14, ore 12 29.07.14, ore 12
Piena 2 Altipiano svizzero orientale, versante nordalpino orientale 27.07.14, ore 12 28.07.14, ore 12

Temporaneo miglioramento delle condizioni meteorologiche. Lunedì pomeriggio nuovamente portate elevate sul versante nordalpino, in Vallese e in Ticino

L'allerta pioggia per la Svizzera orientale e l'allerta per il fiume Emme sono revocate. Tra lunedì mattina a martedì si prevedono forti precipitazioni in Ticino, in Vallese e sul versante nordalpino. Da lunedì pomeriggio nelle regioni interessate si registreranno aumenti delle portate. Le portate della Sihl, della Limmat e dell'alto Reno restano elevate a seguito del deflusso controllato delle acque dei laghi.

Meteo / Precipitazioni

Situazione attuale

Nelle ultime 24 ore una piccola depressione d'altitudine ha attraversato la Svizzera da nordovest a sudest, causando precipitazioni di nuovo localmente intense. Fra sabato mattina e domenica mattina sono stati misurati i seguenti quantitativi: Prealpi bernesi 40-60 mm; versante nordalpino orientale, Turgovia meridionale e parte del Prettigovia 30-60 mm; Alpstein e valle del Reno localmente fino a 80 mm. Sulle altre regioni i quantitativi sono stati nettamente inferiori, fra 5 e 15 mm. Il limite delle nevicate era attorno ai 3000 m.

Domenica mattina le precipitazioni si sono indebolite anche nella regione del Lago Bodanico; nel pomeriggio saranno ancora possibili rovesci locali sulla Svizzera centrale e orientale, per il resto il tempo resterà generalmente asciutto fino a lunedí mattina.

Previsioni

Nel corso di lunedí una nuova depressione d'altitudine proveniente dalla Francia e il fronte freddo associato raggiungeranno la Svizzera, causando nuove precipitazioni intense, in una prima fase anche a carattere temporalesco. L'esatta localizzazione e i quantitativi non sono ancora conosciuti con precisione; fra lunedí mattina e martedí mattina le precipitazioni toccheranno gran parte del versante nodalpino, del Vallese e della regione del Gottardo, così come parte del Ticino. Sono probabili quantitativi fra 30 e 60 mm, nelle zone toccate dai temporali anche oltre. Per il momento sarà emesso un allerta di grado 2.

Il limite delle nevicate calerà da 3200 fino a 2400-2700 m al nord, mentre resterà attorno ai 3000 m al sud.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

La portata dell'Aare rimane a livelli elevati, soprattuto in uscita dai laghi di Bienne, Thun e Brienz. Il livello del Lago di Brienz si è stabilizzato e si trova di poco sotto la soglia del grado di pericolo 2.

Il livello del Lago dei Quattro Cantoni continua invece a salire rispetto a ieri e si trova ora nella fascia di pericolo 2. Le misure adottate nella notte tra sabato e domenica per il laghi di Zurigo e della Sihl (deflussi controllati) hanno provocato in particolare un aumento delle portate della Sihl e della Limmat, ma anche nel tratto più a valle dell'Aare e nell'alto Reno. Le portate si stanno ora stabilizzando sotto la soglia del grado di pericolo 2. Le precipitazioni nell'Altipiano orientale hanno determinato un aumento delle portate soprattutto della Thur. Il picco di portata, rimasto sotto la soglia di pericolo 2, ha nel frattempo superato Andelfingen. Attualmente in questa regione le precipitazioni perdurano. L'allerta è quindi mantenuta.

Oggi non sono previste altre precipitazioni di rilievo sul versante nordalpino occidentale e centrale. Le allerte previste per queste regioni e l'allerta per il fiume Emme possono quindi essere revocate.

Previsioni

Stando alle previsioni meteorologiche si prevede un temporaneo calo dei deflussi, ad eccezione degli effluenti dei laghi, che continuano a essere regolati a livelli molto elevati. Si mantengono le allerte di pericolo 2 per l'Aare, la Sihl, la Limmat e l'alto Reno, come pure per i laghi di Brienz e dei Quattro Cantoni.

Da lunedì è atteso un generale aumento delle portate, dapprima per i corsi d'acqua in Vallese e in Ticino e successivamente per le regioni del versante nordalpino occidentale e centrale. Nel corso della giornata di lunedì sono annunciati aumenti significativi delle portate per tutti i fiumi delle regioni più a est. Gli afflussi in aumento faranno salire i livelli dei laghi, soprattutto quelli del Lago Bodanico e dei laghi di Brienz e dei Quattro Cantoni.

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Aare-Brügg 2 570 - 600 m³/s 27.07.14, 12:00 - 29.07.14, 12:00
Brienzersee - Ringgenberg 2 564.70 - 564.90 m s. l. m. 29.07.14, 00:00 - 30.07.14, 12:00
Limmat-Baden 2 320 - 400 m³/s 27.07.14, 12:00 - 29.07.14, 12:00
Rhein-Basel 2 2500 - 3000 m³/s 29.07.14, 00:00 - 30.07.14, 12:00
Sihl-Zürich 2 100 - 170 m³/s 27.07.14, 12:00 - 29.07.14, 12:00
Vierwaldstättersee - Luzern 2 434.05 - 434.20 m s. l. m. 29.07.14, 00:00 - 30.07.14, 12:00

Scivolamenti

Situazione attuale

A causa delle precipitazioni cadute i suoli permangono saturi.

Previsioni

Il rischio elevato di rovesci e temporali associato alla elevata saturazione dei suoli può causare frane a livello locale.

Teaser