Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: lunedì 28 luglio 2014, ore 12:00
Prossima informazione: martedì 29 luglio 2014, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piogge 3 Alpi Vodesi e Friborghesi, Oberland Bernese, Ticino, Vallese 28.07.14, ore 12 29.07.14, ore 12
Piena 2 Lago dei Quattro Cantoni, Lago di Brienz, Lago di Costanza 27.07.14, ore 12 30.07.14, ore 12
Piena 2 Aare a valle del lago di Bienne, Aare a valle del lago di Thun 27.07.14, ore 12 30.07.14, ore 12
Piena 2 Limmat, alto Reno 27.07.14, ore 12 30.07.14, ore 12
Piena 2 Emme, Kleine Emme, Maggia, Reuss, Rodano, Saane 28.07.14, ore 12 30.07.14, ore 12
Piena 2 Lago di Bienna, Lago di Thun 28.07.14, ore 12 30.07.14, ore 12
Piena 2 Alpi Glaronesi, Alpi Vodesi e Friborghesi, Alpi urane, Oberland Bernese occidentale, Oberland Bernese orientale, Sopraceneri, Svizzera centrale, Vallese 28.07.14, ore 12 30.07.14, ore 12

Da lunedì pomeriggio intense precipitazioni e pericolo di piene in Ticino, Vallese, sul versante nord alpino occidentale e centrale

Fra lunedì pomeriggio e martedì intense precipitazioni in Ticino, Vallese, sul versante nordalpino occidentale e centrale comporteranno, da lunedì pomeriggio in poi, notevoli aumenti delle portate nelle zone interessate.

Meteo / Precipitazioni

Situazione attuale

Sulla regione alpina si sono instaurate correnti sudoccidentali umide che fino a mercoledì determineranno il tempo della Svizzera. Localmente si avranno così forti precipitazini, inizialmente anche accompagnate da temporali. Al momento la distribuzione delle precipitazioni e i loro quantitativi sono ancora insicuri.

Previsioni

Tra lunedì e martedì, sul versante nordalpino centrale e occidentale, così come nel Vallese, sono attesi da 50 a 80 mm di pioggia. Per queste regioni è così stata emessa un'allerta di grado 3. Il limite delle nevicate si abbasserà da 3300 a 2700 metri. Anche per la parte occidentale del Ticino e per la regione del Sempione è stata emessa un'allerta grado 3 (oltre 100 mm). Nel corso di martedì pomeriggio vi sarà un relativo miglioramento del tempo.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

La portata dell‘Aare rimane superiore alla media, in particolare in uscita dal  lago di Bienne, dove si registra un deflusso nella fascia di pericolo 2. Per contro, gli effluenti dei laghi di Thun e di Brienz si sono stabilizzati appena al di sotto del livello di pericolo 2.

Il livello dei laghi prealpini sono lievemente calati da ieri (27.07.2014), soprattutto quelli dei laghi di Bienne, di Thun e di Brienz. A confronto, i livelli dei grandi laghi rimangono pressoché immutati (laghi di Neuchâtel, dei Quattro Cantoni, di Zurigo e di Costanza). I livelli del lago dei Quattro Cantoni e del lago di Costanza hanno raggiunto la soglia del grado di pericolo 2. I livelli dei deflussi di tali laghi sono superiori alla media, in particolare quello del lago dei Quattro Cantoni.

Domenica sera è stato revocato il deflusso controllato delle acque del lago della Sihl. Le portate della Sihl e della Limmat sono scese e la Limmat si trova, al momento, ben al di sotto del livello di pericolo 2.

I deflussi costantemente elevati dei laghi prealpini comportano tuttora portate elevate dell’Alto Reno. Il deflusso della Thur ha ripreso a scendere.

Previsioni

In seguito all’umidità del suolo e alle precipitazioni annunciate occorre prendere in considerazione un forte aumento, a partire da giovedì sera, delle portate e dei livelli dei laghi delle regioni interessate dall’allerta. Il livello di pericolo 2 viene esteso anche ad altre zone e interessa ora i fiumi Rodano, Reuss, Saane, Emme, Piccola Emme e Maggia. Il grado di pericolo 2 vale ora anche per il lago di Thun e il lago di Bienne, come pure per tutto il corso dell’Aare, da quello superiore a quello inferiore. Il livello di pericolo 2 viene mantenuto per il lago di Brienz, il lago dei Quattro Cantoni e il lago di Costanza.

Le allerte per la Sihl e la Thur sono per il momento revocate, anche se la situazione dovrà essere continuamente monitorata nei prossimi giorni.

L’allerta di piena per i corsi d’acqua piccoli e medi nel Vallese e nel versante nordalpino occidentale e centrale rimane invariata e viene inoltre estesa al Canton Ticino. Forti aumenti delle portate dei fiumi sono inoltre possibili nell’Alto Vallese, nell’Oberland bernese, nella Svizzera centrale come pure nella regione del Napf e in Val Maggia.

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Aare-Bern 2 370 - 420 m³/s 29.07.14, 00:00 - 30.07.14, 06:00
Aare-Brugg 2 800 - 900 m³/s 29.07.14, 00:00 - 30.07.14, 06:00
Bielersee - Ligerz 2 429.7 - 429.9 m s. l. m. 29.07.14, 00:00 - 31.07.14, 00:00
Bodensee (Obersee) - Romanshorn 2 396.65 - 396.75 m s. l. m. 29.07.14, 00:00 - 31.07.14, 00:00
Brienzersee - Ringgenberg 2 564.70 - 564.90 m s. l. m. 29.07.14, 00:00 - 31.07.14, 00:00
Emme-Wiler 2 250 - 350 m³/s 28.07.14, 20:00 - 29.07.14, 12:00
Kleine Emme-Emmen 2 250 - 350 m³/s 28.07.14, 22:00 - 29.07.14, 12:00
Maggia-Solduno 2 1000 - 1500 m³/s 28.07.14, 22:00 - 29.07.14, 18:00
Reuss-Mellingen 2 500 - 600 m³/s 29.07.14, 00:00 - 30.07.14, 06:00
Reuss-Seedorf 2 200 - 300 m³/s 28.07.14, 20:00 - 29.07.14, 12:00
Rhein-Basel 2 2500 - 3000 m³/s 29.07.14, 06:00 - 30.07.14, 06:00
Rhone-Brig 2 250 - 350 m³/s 29.07.14, 00:00 - 20:00
Thunersee - Spiez 2 557.90 - 558.10 m s. l. m. 29.07.14, 00:00 - 31.07.14, 00:00
Vierwaldstättersee - Luzern 2 434.05 - 434.20 m s. l. m. 29.07.14, 00:00 - 31.07.14, 00:00

Scivolamenti

Situazione attuale

A causa delle precipitazioni cadute i suoli permangono saturi.

Previsioni

Il rischio elevato di rovesci e temporali associato alla elevata saturazione dei suoli può causare frane a livello locale.

Teaser