Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: lunedì 4 agosto 2014, ore 12:00
Prossima informazione: martedì 5 agosto 2014, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 2 Aare a valle del lago di Bienne, Aare a valle del lago di Thun, Aare-Ringgenberg, Reuss dal Lago dei Quattro Cantoni fino alla confluenza con la Kleine Emme 04.08.14, ore 12 05.08.14, ore 12
Piena 2 Lago di Costanza, Lago di Lugano 04.08.14, ore 12 05.08.14, ore 12
Piena 2 versante nordalpino 04.08.14, ore 12 05.08.14, ore 12

Debole pericolo di piene. Permane il pericolo di frane lungo il versante nordalpino.

Revoca parziale per fiumi e laghi. Diversi fiumi di grandi dimensioni e laghi rimarranno ancora per alcuni giorni nel grado di pericolo 2. Lungo il versante nordalpino permane localmente il pericolo di frane.

Meteo / Precipitazioni

Situazione attuale

La Svizzera continua a trovarsi sotto l'influsso di una corrente occidentale, al margine di una depressione con centro sulle Isole Britanniche.

Tra domenica mattina e lunedì mattina sono caduti a nord delle Alpi e nel Vallese pochi mm di pioggia, fatto salvo per le regioni toccate da temporali, dove sono caduti fino a 20 mm. Nella regione del Säntis sono caduti 40 mm, verso i Grigioni e a sud delle Alpi circa 25 mm.

Previsioni

Oggi lunedì sono attesi a nord delle Alpi alcuni rovesci e temporali, in diminuzione nella notte.
Martedì mattina sono previste le ultime piogge, in seguito si passerà a tempo asciutto. Rovesci isolati sono attesi solo tra il Sottoceneri e il Grigioni italiano.

Tra lunedì a mezzogiorno e martedì a mezzogiorno sono previsti al nord tra 5 e 10 mm, con punte che, dato il carattere temporalesco delle precipitazioni, potranno localmente raggiungere i 30 mm.

Al sud le precipitazioni non supereranno i 5 mm.
 

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Nel corso di domenica si è registrato un miglioramento della situazione dei corsi d’acqua e dei laghi in vaste zone della Svizzera. In alcune regioni si sono tuttavia registrate precipitazioni brevi ma intense, che a causa dei sistemi di accumulo ancora saturi hanno provocato un repentino aumento dei livelli. Nel Ticino meridionale, le precipitazioni hanno causato, in particolare domenica mattina, un significativo aumento delle portate dei fiumi e un nuovo innalzamento del livello del Lago di Lugano, che al momento ha nuovamente raggiunto il grado di pericolo 2. Anche i fiumi di piccole dimensioni nel Canton Argovia, nelle Prealpi settentrionali e nel Giura hanno reagito rapidamente alle precipitazioni, senza tuttavia raggiungere la fascia di pericolo 2.

Le portate dell’Aare fra Thun e Berna come pure fra il Lago di Bienne e la foce della Emme permangono nel grado di pericolo 2.

L’allerta può essere revocata per i seguenti fiumi: Aare tra la foce della Sarine e il Lago di Bienne e tra la foce della Emme e la confluenza con il Reno, Emme e Reno dal Lago di Costanza a Basilea. L’allerta è revocata anche per i laghi di Bienne, Thun, Brienz e il Lago inferiore di Costanza.

I livelli degli altri laghi interessati dall’allerta (Lago superiore di Costanza e Lago di Lugano) scendono lentamente.

Le allerte in vigore (per piene e frane a livello locale e pericolo di piene per i corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni) possono essere revocate per il Giura, l’Altipiano e i Cantoni Vallese e Ticino.

Previsioni

Nei prossimi giorni si prevede un miglioramento della situazione per tutti i fiumi di grandi dimensioni e i laghi della Svizzera. Lungo il versante nordalpino permane tuttavia il pericolo di frane e di aumento repentino dei livelli dei corsi d’acqua di piccole dimensioni in seguito a precipitazioni intense a livello locale, in particolare poiché i suoli e gli altri sistemi di accumulo in grado di attenuare le portate sono tuttora saturi.

Permane un pericolo di piena moderato per il Lago di Costanza e il Lago di Lugano. La portata in uscita dal Lago di Bienne è regolata al livello più elevato possibile, in modo da evitare danni. Malgrado ciò, i livelli dei laghi di Neuchâtel e di Bienne caleranno solo lentamente nei prossimi giorni, in quanto gli afflussi portate dell’Aare e delle zone carsiche rimarranno ancora per diversi giorni a un livello elevato. Anche le portate dell’Aare a valle dei laghi di Thun e di Bienne e il Reno dal Lago di Costanza a Basilea permarranno ancora per diversi giorni a un livello elevato. Le portate della Reuss a valle del Lago dei Quattro Cantoni rimarranno anch’esse elevate per alcuni giorni.

Il livello del Lago di Lugano scenderà lentamente nei prossimi giorni.

Scivolamenti

Situazione attuale

Le precipitazioni sono diminuite. A seguito delle precipitazioni intense degli ultimi giorni, la maggior parte dei suoli è ancora satura.

Previsioni

Le minori precipitazioni previste favorirà un miglioramento della situazione di pericolo. Localmente, a seguito di precipitazioni a carattere temporalesco sono tuttavia ancora possibili frane.

Teaser