Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: martedì 14 ottobre 2014, ore 11:00


Revoca dell’allerta di piene a sud delle Alpi e nelle regioni adiacenti

L’allerta di piene per i fiumi a sud delle Alpi e nelle regioni adiacenti può essere revocata, come può essere revocata quella per i laghi nel Canton Ticino.

Meteo

Situazione attuale

L'attiva perturbazione responsabile delle piogge abbondanti delle scorse 30 ore si allontana verso est, permettendo un rapido miglioramento delle condizioni meteorologiche.

Da domenica sera sono caduti 120-270 mm di pioggia su Centovalli/Bassa Vallemaggia/Verzasca/Bassa Leventina/Bassa Blenio/Alta Riviera. Le altre regioni sono state meno toccate, con quantitativi di 30-100 mm.

Previsioni

Fino a giovedì persisteranno correnti da sudovest, ma l'apporto di umidità sarà sensibilmente ridotto. Sono ancora possibili alcuni rovesci, ma in quantitativi di pioggia attesi sono trascurabili.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

I livelli dei corsi d’acqua nel Canton Ticino e nelle regioni adiacenti sono aumentati in misura considerevole nel corso della domenica. Diversi fiumi di piccole e medie dimensioni del Canton Ticino e dei Grigioni hanno raggiunto il grado di pericolo 2. Nel caso dei fiumi più grandi, un forte aumento del livello è stato registrato nella Maggia e nel Ticino. La Maggia ha raggiunto con circa 1500 m3/s il grado di pericolo 2. Fino a martedì mattina è tuttavia stato registrato un notevole calo delle portate dei corsi d’acqua.  Tutti i fiumi sono di nuovo scesi al grado di pericolo 1. Oltre a revocare l’allerta per i fiumi grandi possiamo pertanto revocare anche quella per i corsi d’acqua piccoli e medi.

Il Lago di Lugano è salito soltanto di poco, senza raggiungere il grado di pericolo 2, consentendo quindi di revocare l’allerta. In seguito agli elevati afflussi d’acqua il livello del Lago Maggiore ha subito un notevole aumento nelle ultime 24 ore, rimanendo tuttavia martedì mattina al di sotto della soglia di pericolo.

 

Previsioni

I livelli di tutti i corsi d’acqua delle regioni allertate continueranno a scendere sia martedì che mercoledì. Il livello delle acque del Lago di Lugano rimarrà relativamente costante, mentre quello del Lago Maggiore continuerà a salire fino a martedì sera, anche se in modo sempre più lento. È possibile che salga ancora fino a sfiorare il grado di pericolo 2. Al più tardi mercoledì sera i livelli delle acque scenderanno di nuovo. L‘allerta per il Lago Maggiore è pertanto revocata.

Teaser