Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: mercoledì 5 novembre 2014, ore 18:45
Prossima informazione: giovedì 6 novembre 2014, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 4 Lago Maggiore 05.11.14, ore 18 09.11.14, ore 12
Piena 3 Lago di Lugano 05.11.14, ore 18 09.11.14, ore 12
Piena 2 Sopraceneri 04.11.14, ore 06 06.11.14, ore 12
Piena 2 Maggia, Ticino 04.11.14, ore 12 06.11.14, ore 12
Piena 2 Alpi urane, Alto-Vallese, Nord e centro dei Grigioni, Sotto Ceneri 04.11.14, ore 12 06.11.14, ore 12

Allerta di piena in Ticino e nelle regioni limitrofe.

In Ticino e nelle regioni limitrofe si registra un forte aumento dei livelli delle acque. Il Lago Maggiore è ora al grado di pericolo 4 e il Lago di Lugano al grado di pericolo 3.

Precipitazioni abbondanti al sud. Tempesta di favonio al Nord

Situazione attuale

L'attiva perturbazione che da martedì determina il tempo della regione alpina ha finora portato fino a 150-180 mm di acqua nel Sottoceneri e nelle valli Mesolcina, Riviera, Leventina e Blenio, mentre nel Locarnese, Valle Maggia e Valle Verzasca i quantitativi caduti fino a mercoledì a mezzogiorno variano da 150 mm a localmente 300 - 340 mm (Centovalli e Valle Onsernone). Quantitativi inferiori, ma comunque rilevanti, hanno interessato le regioni nordalpine confinanti. La neve è inizialmente caduta solo sopra 2000 m, mercoledì mattina si misuravano però ca. 50 cm nella valle Bedretto e almeno 100 cm a quote più elevate.

Previsioni

Le precipitazioni proseguiranno fino a giovedì pomeriggio, ma con intensità più bassa. In totale potranno comunque cadere altri 40-60 mm, soprattutto sul Sopraceneri, con il limite delle nevicate tra 1400 e 1800 metri. Sulle regioni nordalpine confinanti sono attesi altri 15-30 mm di pioggia, con limite delle nevicate fra 900 e 1200 m. I venti diminuiranno ulteriormente di intensità.

 

 

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Le abbondanti precipitazioni hanno comportato un forte aumento delle portate degli affluenti del Lago Maggiore e del Lago di Lugano. Singoli fiumi hanno fatto registrare deflussi del livello di pericolo 2 (pericolo moderato), come ad esempio nel caso della Magliasina. I fiumi più grandi per contro sono rimasti al di sotto del grado di pericolo 2.

L’aumento delle portate entranti dei laghi hanno causato un marcato aumento dei livello del Lago Maggiore e del Lago di Lugano.

 

Previsioni

In seguito alle precipitazioni persistenti la situazione rimane tesa. Le portate dei corsi d’acqua interessati dall’allerta sono ancora sensibilmente aumentate. L’effetto combinato del calo delle precipitazioni e dell’abbassamento del limite delle nevicate non comporterà presumibilmente ulteriori considerevoli aumenti delle portate. Le allerte per i corsi d’acqua sono per il momento mantenute.

Per i prossimi giorni si prevede tuttavia un ulteriore aumento del livello dei laghi. Il Lago Maggiore è ora al grado di pericolo 4 e il Lago di Lugano al grado di pericolo 3.
 

 

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Lago Maggiore - Locarno 4 195.30 - 195.60 m s. l. m. 06.11.14, 12:00 - 07.11.14, 06:00
Lago di Lugano - Melide 3 271.00 - 271.20 m s. l. m. 06.11.14, 12:00 - 07.11.14, 06:00

Teaser