Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: domenica 9 novembre 2014, ore 12:00
Prossima informazione: lunedì 10 novembre 2014, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 3 Lago di Lugano 05.11.14, ore 18 14.11.14, ore 12
Piena 3 Lago Maggiore 07.11.14, ore 12 14.11.14, ore 12
Nevicate 3 Alto-Vallese, Engadina alta, Nord del Ticino, Regione del Sempione, Sud del Vallese 09.11.14, ore 18 11.11.14, ore 18
Piogge 3 Sud delle Alpi 09.11.14, ore 18 11.11.14, ore 18
Piena 2 Tresa 06.11.14, ore 12 14.11.14, ore 12

Ancora precipitazioni intense in Ticino

Precipitazioni intense sono ancora previste al sud delle Alpi. Per il Lago Maggiore e il Lago di Lugano vige al momento il grado di pericolo 3.

Meteo

Situazione attuale

Una nuova perturbazione atlantica si avvicina nuovamente alla regione alpina. Davanti ad essa le correnti meridionali si rafforzano nuovamente convogliando aria vieppiù umida e relativamante mite in direzione del versante sudalpino determinando una situazione di sbarramento. 

Previsioni

Le precipitazioni a sud delle Alpi andranno intensificandosi nella notte su lunedì, quando si verificheranno le maggiori intensità. Nel corso di martedì andranno indebolendosi gradualmente. I quantitativi di pioggia previsti sulle 48 ore saranno tra 120-160 mm, con punte di 200-250 mm nella regione tra il Verbano e la Valle Maggia. Il limite delle nevicate si troverà in generale attorno ai 1800 m, ma nelle valli potrà scendere anche più in basso durante le fasi più intense. Tra il Vallese meridionale e l'alta Engadina, passando per la regione del Gottardo al di sopra dei 2000 metri sono attesi 70-100 cm di neve fresca.

Nella giornata di mercoledì sono previste ulteriori precipitazioni nella stessa regione. Al momento non risultano però di quantità rilevante.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

I livelli del Lago Maggiore e del Lago di Lugano sono in calo da giovedì sera. Quello del Lago Maggiore si trova tuttora nella fascia di pericolo 3, quello del Lago di Lugano si situa nella fascia transitoria fra il grado di pericolo 3 e il gradi di pericolo 2. La portata del fiume Tresa è stabile nella fascia di pericolo 2.

Previsioni

I livelli del Lago Maggiore e del Lago di Lugano continueranno a scendere fino a domenica sera, ma risaliranno a partire da lunedì. Il grado di pericolo 3 è al momento mantenuto per questi due laghi. Nei prossimi giorni è tuttavia probabile un rialzamento del grado di pericolo in quanto fino a metà settimana sono previste nuove precipitazioni intense.

Le portate del fiume Tresa, emissario del Lago di Lugano, rimangono nella fascia di pericolo 2.

Da lunedì, le portate dei corsi d’acqua in Ticino registreranno di nuovo un forte aumento.

 

Teaser