Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: mercoledì 12 novembre 2014, ore 18:00
Prossima informazione: giovedì 13 novembre 2014, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 5 Lago Maggiore 11.11.14, ore 12 14.11.14, ore 12
Piena 4 Lago di Lugano 10.11.14, ore 12 14.11.14, ore 12
Piena 3 Tresa 12.11.14, ore 12 14.11.14, ore 12
Piena 2 Maggia, Ticino 10.11.14, ore 12 13.11.14, ore 12
Piena 2 Sopraceneri 10.11.14, ore 12 13.11.14, ore 12

Pericolo molto forte di piene nella regione del Lago Maggiore. Cessazione precipitazioni e nevicate al sud delle Alpi

Fine delle piogge al sud delle Alpi. Il livello del Lago Maggiore continuerà a salire e fino a venerdì permarrà nel grado di pericolo 5, mentre il Lago di Lugano raggiungerà il grado di pericolo 4. Sono probabili distacchi spontanei di frane.

Meteo

Situazione attuale

Le precipitazioni a sud delle Alpi stanno volgendo al termine. Sull'insieme dell'evento sono caduti da 150 a 250 mm sulla Vallemaggia/Onsernone/Verzasca, con punte vicine ai 400 mm nelle Centovalli. Sulle altre regioni del Canton Ticino si sono misurati 80-180 mm, verso il Grigioni italiano fra 50 e 90 mm. Il limite delle nevicate è rimasto in generale attorno ai 2000-2200 m, nelle valli localmente si è abbassato verso i 1500.

Previsioni

L'allerta meteo termina alle 18, anche se le precipitazioni proseguiranno in parte nella notte con intensità in progressiva diminuzione. Il limite delle nevicate scenderà verso i 1400 m.

Dopo una tregua di due giorni, da venerdì sera è prevista una nuova fase di tempo piovoso. I quantitativi attesi saranno valutati nei prossimi giorni.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

In particolare, le portate in entrata nel Lago Maggiore sono ulteriormente aumentate martedì e nella notte su mercoledì a seguito delle elevate quantità di pioggia cadute sulla zona compresa fra le Centovalli, la Valle Maggia e l’Alta Leventina. I maggiori aumenti delle portate sono stati registrati per i fiumi Maggia e Toce (portata in entrata dall’Italia), anche se nessun corso d’acqua ha raggiunto il grado di pericolo 2. Queste portate in entrata hanno causato un marcato aumento del livello del Lago Maggiore, che mercoledì mattina ha raggiunto il grado di pericolo 5. Da martedì a mezzogiorno le portate in entrata nel Lago di Lugano permangono a un livello elevato. Per tale ragione, il livello del Lago di Lugano è ancora salito leggermente e si trova al momento nel grado di pericolo 3. La portata del fiume Tresa si situa attualmente nel grado di pericolo 3.

Previsioni

A seguito delle precipitazioni previste, le portate dei corsi d’acqua nel Cantone Ticino rimarranno a un livello elevato e in parte aumenteranno ulteriormente. In base alle stime attuali, i fiumi principali quali ad esempio la Maggia e il Ticino, non raggiungeranno il grado di pericolo 2. Per i corsi d’acqua di più piccole dimensioni sono possibili picchi di portata più elevati in caso di temporanea intensificazione delle precipitazioni. La fase critica durerà fino a mercoledì sera. Il livello del fiume Tresa, emissario del lago di Lugano, verrà mantenuto a un livello stabile fino a giovedì. A partire da giovedì si prevede una diminuzione delle portate di tutti i fiumi del Cantone Ticino.

Le portate in entrata, ancora elevate, nel Lago Maggiore e nel Lago di Lugano provocheranno un ulteriore aumento dei livelli di questi laghi, che raggiungeranno i loro livelli massimi nella giornata di giovedì. Il livello del Lago Maggiore si troverà quindi ben al di sopra della soglia di pericolo 5 e quello del Lago di Lugano raggiungerà il grado di pericolo 4. A partire da giovedì a mezzogiorno i livelli dei laghi cominceranno lentamente a scendere.

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Lago Maggiore - Locarno 5 196.60 - 196.90 m s. l. m. 13.11.14, 06:00 - 18:00
Lago di Lugano - Melide 4 271.50 - 271.65 m s. l. m. 13.11.14, 06:00 - 18:00
Tresa-Ponte Tresa 3 160 - 180 m³/s 13.11.14, 06:00 - 18:00

Scivolamenti

Situazione attuale

Negli ultimi 10 giorni, nella parte meridionale e sudoccidentale del Cantone Ticino si sono registrati da 300 a 800 mm di pioggia. I suoli e il substrato roccioso della Valle Maggia, delle Centovalli e della Valle Onsernone sono molto saturi.

Previsioni

Ulteriori precipitazioni sono previste fino a mercoledì sera nella regione della Valle Maggia, delle Centovalli e della Valle Onsernone. Secondo le previsioni possono cadere altri 100 mm di pioggia. La situazione può peggiorare mercoledì in caso di precipitazioni locali a carattere temporalesco. In caso di piogge abbondanti e intense sono possibili distacchi spontanei di frane di grosse dimensioni.

Teaser