Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: venerdì 9 gennaio 2015, ore 12:00
Prossima informazione: sabato 10 gennaio 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Vento 3 Nord del Giura, nord delle Prealpi e regioni adiacenti sopra gli 800 metri. 09.01.15, ore 10 10.01.15, ore 12
Piena 2 Oberland Bernese orientale, versante nordalpino centrale, versante nordalpino orientale 09.01.15, ore 12 12.01.15, ore 12

Forte tempesta sul Giura e sulle Prealpi. Pericolo moderato di piene sul versante nordalpino centrale e orientale.

Tra venerdì mezzogiorno e sabato mezzogiorno sono attese sul Giura e sulle Prealpi venti tempestosi i cui picchi raggiungeranno gli 80 - 110 km/h. A causa delle previste precipitazioni associate a un elevato scioglimento delle nevi, da venerdì a domenica è atteso un aumento dei livelli delle acque dei fiumi di piccole e medie dimensioni sul versante nordalpino centrale e orientale.

Meteo

Situazione attuale

Una prima depressione ha sfiorato giovedì la Svizzera, manifestandosi tra il Giura e la Svizzera orientale con raffiche oltre i 70 km/h. Sulle colline e nei luoghi esposti delle prealpi sono stati registrati fino a 100 km/h.
La forte corrente da ovest persisterà anche nei prossimi giorni. Essa spingerà nella prossima notte un fronte caldo verso le Alpi. Domenica mattina, dopo una breve tregua, seguirà un fronte freddo attivo.

Previsioni

Vento:
Nel periodo indicato, sono attese, sopra 800 metri, in parte del Giura e lungo le Prealpi raffiche tra 80 e 110 km/h. Sul resto del nord delle Alpi, sopra la stessa quota, le raffiche saranno dell'ordine di 60 - 90 km/h. I forti venti persisteranno fino a domenica, a partire da sabato pomeriggio, le soglie per l'allerta di grado 3 non dovrebbero però più venire superate.
Sulla cresta principale delle Alpi, il passaggio del fronte freddo atteso per domenica mattina si manifesterà con raffiche dell'ordine di 110 - 140 km/h.

Precipitazioni:
Il fronte perturbato in transito nella notte su sabato porterà lungo le prealpi 5 - 10 mm di pioggia. In una fascia tra l'Oberland bernese e la regione dell'Alpstein sono attesi 10 - 20 mm. La neve cadrà solo sopra 2000 - 2500 metri.
La giornata di sabato sarà asciutta. Il passaggio del fronte freddo previsto tra sabato notte e domenica a mezzogiorno porterà ulteriori 10 - 20 mm, lungo il pendio nordalpino a tratti 20 - 40 mm di precipitazione. Il limite delle nevicate si situerà inizialmente sui 1600 metri per poi scendere gradualmente fino a basse quote nel corso di domenica mattina.

Neve

Situazione attuale

Nel bacino di alimentazione di Aar, Reuss, Limmat e Reno alpino il limite dell’innevamento si situa a circa 900 m s.l.m. con locali residui di neve fino a bassa quota, soprattutto nella Svizzera nord orientale. Nel Vallese il limite dell’innevamento è collocato attorno ai 1200 m, in Ticino attorno ai 1600 m. Le quantità di neve sono leggermente inferiori rispetto alla media regionale pluriennale, a eccezione del Ticino dove si registrano condizioni nella media.  Attualmente il manto nevoso è umidificato al di sotto di una fascia compresa fra i 1800 e i 2100 m s.l.m. mentre a quote superiori è prevalentemente asciutto.

Previsioni

Le condizioni miti con pioggia e vento comporteranno nuovamente nelle prossime 48 ore elevati tassi di disgelo nevoso, che interesseranno soprattutto le regioni del Nord delle Alpi da Interlaken alla frontiera orientale. A seconda delle condizioni meteorologiche locali, al di sotto dei 1600 m s.l.m. sono previste in queste regioni quantità di disgelo pari a circa 30 mm/giorno. Fra i 1600 e i 2000 m s.l.m. le quantità di disgelo saranno inferiori.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Al momento i corsi d’acqua fanno registrare portate che vanno da prevalentemente stabili a lievemente in calo.

Previsioni

A causa dell’elevato limite delle nevicate le precipitazioni portate dal fronte caldo si manifesteranno prevalentemente sotto forma di pioggia e, in combinazione con l’intenso scioglimento delle nevi, comporteranno un aumento, in parte marcato, delle portate dei corsi d’acqua del versante nordalpino.  Per i corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni del versante nordalpino centrale e orientale sono emanate allerte di possibile rischio di piene. Sono attesi aumenti delle portate anche per fiumi di maggiori dimensioni come la Thur. Secondo la valutazione attuale, si presume che nessuna delle portate raggiungerà presumibilmente una fascia di pericolo. Il fronte freddo previsto da sabato a domenica si ripercuoterà sui suoli già molto umidi e, nonostante il calo del limite delle nevicate, le regioni interessate potranno essere soggette a un nuovo forte aumento delle portate.

Teaser