Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: domenica 11 gennaio 2015, ore 11:00
Prossima informazione: domenica 11 gennaio 2015, ore 21:00

Processo livello Zone interessate da a
Vento 3 cresta principale delle Alpi 11.01.15, ore 04 11.01.15, ore 21

Venti tempestosi sulla cresta principale delle Alpi. Revoca dell'allerta acqua alta al pendio nordlapino centale e orientale.

Dopo i venti tempestosi di domenica mattina nelle vallate del nord, le correnti nordoccidenali causeranno raffiche fino a 130 km/h sulla cresta principale delle Alpi fino a domencia sera. Da domenica pomeriggio è previsto un calo delle portate.

Meteo

Situazione attuale

Il passaggio del fronte freddo ha causato raffiche di vento di 70-85 km/h nelle vallate alpine e un calo delle nevicate fino in pianura. Fino alle ore 10 del mattino sono stati rilevati  8-15 mm di precipitazioni e 15-25 nelle Prealpi orientali, con un limite delle nevicate tra 500 e 900 metri. 

Previsioni

Con le correnti da nordovest e il jetstream in quota, sulla cresta delle Alpi sono attese raffiche di vento di 110-130 km/h, localmente anche leggermente più forti. In tarda serata la velocità del vento dovrebbe calare.

Nei prossimi giorni in quota soffieranno ancora venti forti o tempestosi che però non dovrebbero raggiungere il grado 3 di allerta.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Il fronte caldo da venerdì a sabato a causato un aumento moderato die livelli delle portate dei fiumi di piccole e medie dimensioni del versante nordalpino, in particolare del versante nordalpino centrale e orientale. Le portate hanno raggiunto i loro picchi prevalentemente verso sabato mezzogiorno per poi far registrare di nuovo un ampio calo. Con l’arrivo di un fronte freddo si sta osservando da domenica mattina un nuovo aumento dei deflussi. Il limite delle nevicate sta attualmente calando rapidamente da nord verso quote più basse e le precipitazioni causate scendono sempre più sotto forma di neve.

Previsioni

Le precipitazioni causate dal fronte freddo causeranno domenica un temporaneo aumento delle portate, soprattutto nei fiumi di piccole e medie dimensioni del versante nordalpino. L’aumento rimarrà tuttavia moderato a causa del calo del limite delle nevicate e resterà sotto la fascia di pericolo 2.  L’allerta di piena in vigore viene pertanto revocata. A partire da domenica pomeriggio è atteso un ampio calo dei deflussi.

Teaser