Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: venerdì 16 gennaio 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Vento 3 versante nordalpino centrale, versante nordalpino orientale 15.01.15, ore 18 16.01.15, ore 18
Nevicate 3 Bivio-Avers, Engadina alta, Lugnez-Valsertal, Moesano, Nord del Ticino, Regione di Rheinwald, Ticino centrale, Urserntal, Val Medel-Sumvitg, nördliches Tavetsch, valli meridionali dei Grigioni 16.01.15, ore 06 17.01.15, ore 12

Forti nevicate a sud delle Alpi e favonio turbolento sul versante nordalpino

Entro sabato a mezzogiorno sono attese sul versante sudalpino sopra 600 metri delle forti nevicate, con sopra 1500 metri 50-80 cm di neve. Fino a venerdì sera nelle vallate nordalpine forte favonio con 90-110 km/h, localmente anche di 120 km/h.

Forti nevicate al sud e forte favonio al nord

Situazione generale

Un’attiva perturbazione ha raggiunto nella notte su venerdì le Alpi e le attraverserà solo lentamente entro sabato in giornata. Essa è accompagnata da una forte corrente da sudovest, che determina una fase di sbarramento sul versante sudalpino e - fino a venerdì sera - forte favonio nelle vallate nordalpine. Con lo spostamento verso est della perturbazione il favonio a Nord delle Alpi cesserà venerdì in serata, mentre le precipitazioni si indeboliranno gradualmente nel corso della giornata di sabato.

Previsioni

Nevicate:
Le precipitazioni sono iniziate giovedì in serata, apportando fino a venerdì mattina sul Sopraceneri da 10 a 20 cm di neve fresca, mentre nelle zone attorno alla cresta principale delle Alpi i quantitativi sono stati inferiori. La fase più intensa delle precipitazioni è confermata a partire da metà pomereriggio fino alla fine della notte su sabato. In seguito le precipitazioni perderanno gradualmente d’intensità.

Entro sabato pomeriggio sono attesi sull’insieme dell’evento valori leggermente superiori a quelli stimati ieri. Vale a dire, da 50 a 80 cm di neve fresca,  accompagnati da venti forti o tempestosi da sudovest. Localmente non si escludono punte fin verso i 100 cm. A causa dei forti venti da sud in quota, le nevicate interesseranno, tra la valle dell'Urseren e il Rheinwald, anche le regioni adiacenti poste a nord della catena principale delle Alpi.
Il limite delle nevicate sarà alquanto variabile sia nel tempo, che nello spazio. Sul Sopraceneri e nel Moesano sarà attorno agli 600 – 1000 metri, ma durante le fasi più intense potrà scendere localmente fino nei fondovalle. In Val Bregaglia, Val Poschiavo e nell'Engadina Alta il limite delle nevicate sarà più alto, inizialmente fra 700 e 1500 metri. Sabato con l'arrivo dell'aria più fredda un po' di neve potrà scendere temporaneamente fin verso 400 - 600 metri.

Favonio:
Nelle vallate nordalpine soffierà fino a venerdì a mezzogiorno il favonio. Nelle regioni maggiormente toccate sono state registrate raffiche di 90-110 km/h, che potranno essere nuovamente toccate anche nel primo pomeriggio di venerdì. La corrente favonica si esaurirà nel corso di venerdì pomeriggio.

Teaser