Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: giovedì 5 febbraio 2015, ore 18:00
Prossima informazione: venerdì 6 febbraio 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Vento 3 Altopiano occidentale, Bacino Lemanico 04.02.15, ore 18 07.02.15, ore 00
Nevicate 3 Sotto Ceneri 05.02.15, ore 12 06.02.15, ore 18

Nevicate a basse quote e bise tempestosa con temperature sotto lo zero.

Nel Sottoceneri sono attese nevicate fino a basse quote. In prossimità delle rive dei laghi romandi placche di ghiaccio a causa della bise gelida. Nel Giura accumuli di neve soffiata.

Vento

Situazione attuale

Fra una depressione sul Mediterraneo occidentale e un anticiclone al largo dell'Irlanda, un forte gradiente di pressione si forma sulle Alpi e dà origine ad una situazione di bise tempestosa sull'Altopiano romando fra mercoledì sera e venerdì sera. Le correnti orientali sulla Pianura Padana fanno invece affluire aria fredda e umida in direzione del versante sudalpino.

Raffiche di oltre 70 km/h sono già state registrate sull'Altopiano romando e il bacino del Lemano, più precisamente 74.5 km/h a Ginevra-Cointrin e 75.2 km/h a Bière. Sulla Dôle il vento ha raggiunto punte di 121.7 km/h. Venti a 75 km/h con temperatura di zero gradi producono una temperatura percepita di -9.6 °C.

Previsioni

Nevicate:
I nuovi dati confermano a grandi linee la previsione precedente: sul Mendrisiotto sono attesi accumuli attorno ai 20 cm di neve sopra i 400 m, mentre in pianura la neve sarà in parte mista a pioggia (soprattutto nella fase iniziale), con accumuli di conseguenza inferiori. I quantitativi attesi diminuiscono andando verso nord: nella regione del Ceneri sono attesi circa 10-15 cm di neve. Stanotte è prevista una pausa, con un periodo prevalentemente asciutto fino a venerdì in mattinata. Nuove precipitazioni sono attese nel pomeriggio, ma con quantitativi minori (alcuni cm), sempre con un limite delle nevicate attorno ai 400 metri.

Vento:
Le raffiche si rafforzeranno ancora nel corso di giovedì, quando potranno raggiungere i 90 km/h, soprattutto sulle rive del Lemano. La bise resterà tempestosa venerdì, poi si indebolirà sabato, ma sempre con raffiche attese attorno ai 45 km/h.
A causa delle temperature sotto lo zero, in prossimità delle rive del Lemano, del Lago di Neuchâtel, di Bienne e di Morat è da attendersi la formazione di notevoli placche di ghiaccio. Inoltre, in particolare sul Giura e lungo il piede sud del Giura, la neve caduta nei giorni scorsi verrà soffiata a tratti sulle strade, creando a tratti degli accumuli in grado di ostacolare il traffico.

Teaser