Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: lunedì 16 febbraio 2015, ore 10:30
Prossima informazione: ultime informazioni


Fine nevicate intense a basse quote e in montagna

A sud delle Alpi le precipitazioni sono cessate.

Neve

Situazione attuale

Una depressione in transito dalle isole Britanniche alla Sardegna ha fatto affluire da sud-sudest aria umida verso le Alpi e causato precipitazioni estese e abbondanti lungo il pendio sudalpino.

Su 48 ore sono caduti da 50 a 90 mm di precipitazione in Ticino e nel Moesano, 30-40 mm in val Bregaglia, meno di 10 mm in val Poschiavo. Il limite delle nevicate inizialmente sui 600 metri è sceso nella notte su domenica fino alle pianure, per poi di nuovo salire domenica pomeriggio e in serata a 500-700 metri.

Sulle pianure sono caduti da 5 a 15 cm di neve fresca, da 20 a 30 cm nelle zone collinari. In montagna sopra 1000-1500 metri gli accumuli di neve nuova hanno raggiunto 50-60 cm, con punte di 70-90 cm fra la Valle Verzasca e la Valle Maggia fino alla regione del Sempione. I quantitativi sono stati inferiori in val Bregaglia e val Poschiavo.

 

 

Previsioni

Le ultime nevicate si sono esaurite nella notte. Le allerte sono quindi revocate.

 

Teaser