Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: domenica 1 marzo 2015, ore 18:00
Prossima informazione: martedì 3 marzo 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 2 Altipiano svizzero centrale, Altipiano svizzero orientale, Giura, versante nordalpino 01.03.15, ore 18 03.03.15, ore 12

Pericolo di piene per corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni

Nelle regioni Giura, Altipiano svizzero centrale e Altipiano svizzero orientale e versante nordalpino per i corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni c’è pericolo di piene. Il periodo critico durerà da lunedì, ore 06 fino a martedì, ore 00.

Meteo

Situazione attuale

Una vasta depressione centrata sulla Scandinavia convoglia aria umida e mite di origine atlantica verso la regione alpina.
Nella notte su lunedì, una prima zona di precipitazioni raggiungerà la Svizzera nordalpina. Dopo una breve tregua attesa per lunedì pomeriggio, seguirà in serata un fronte freddo, tuttavia poco attivo.

Previsioni

Tra domenica notte e lunedì sera sono attesi lungo il pendio nordalpino 20 - 30 mm di pioggia. Il limite delle nevicate si situerà attorno a 1500 metri.
Nella notte su martedì, in corrispondenza con il transito del fronte freddo, sono previsti nelle stesse regioni ulteriori 5 a 10 mm. Il limite delle nevicate si abasserà gradualmente fino a basse quote.

Corsi d'acqua e laghi

Previsioni

Le precipitazioni osservate e previste unite allo scioglimento delle nevi possono causare localmente un breve e repentino aumento delle portate dei corsi d’acqua delle regioni colpite. Il periodo critico durerà da lunedì, ore 06 fino a martedì, ore 00. Non è possibile prevedere con precisione quali bacini imbriferi saranno più colpiti. Non è da escludere che i livelli di corsi d’acqua Emme, Thur, Sihl, Birs saliranno fino al livello di pericolo 2. I principali laghi dell’Altipiano rimangono al di sotto del livello di pericolo 2.

Neve

Situazione attuale

Nel bacino di alimentazione di Aar, Reuss, Limmat e del Reno alpino il limite dell’innevamento si colloca fra i 600 e i 700 m. Sul versante nordalpino, l’equivalente in acqua continua a essere leggermente inferiore alla media pluriennale, soprattutto a causa delle ridotte quantità di neve ad altitudini comprese fra i 1000 e i 2000 m. Attualmente, al di sotto dei 1800 m il manto nevoso è del tutto o in parte umidificato, a eccezione della regione del Reno alpino, dove il manto nevoso al di sopra dei 1600 m è ancora prevalentemente asciutto. Oggi le condizioni meteo hanno prodotto in molte regioni quantità di acqua da disgelo comprese fra 15 e 20 mm al di sotto dei 1300 m sull’intero versante nordalpino incluso il Giura.

Previsioni

Anche domani lunedì sono previste quantità di acqua da disgelo fra 15 e 25 mm, soprattutto nella prima metà della giornata e al di sotto dei 1500 m. Martedì la temperatura dell’aria, il vento e le precipitazioni diminuiranno e di conseguenza sono previste quantità solo ridotte di neve da disgelo.

Teaser