Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: lunedì 30 marzo 2015, ore 08:00

Processo livello Zone interessate da a
Nevicate 3 versante nordalpino 29.03.15, ore 12 01.04.15, ore 12
Piogge 3 Giura, versante nordalpino 29.03.15, ore 12 01.04.15, ore 12
Vento 3 Alpi 29.03.15, ore 18 31.03.15, ore 18
Piena 2 Altipiano svizzero orientale, Giura occidentale, versante nordalpino 29.03.15, ore 18 01.04.15, ore 12
Piena 2 Thur 30.03.15, ore 00 31.03.15, ore 12

Venti tempestosi sulle Alpi e a nord delle Alpi, forti piogge sul versante nordalpino, nevicate persistenti in montagna, pericolo di piene a nord delle Alpi

Venti tempestosi da ovest sulle Alpi e a nord delle Alpi, forti piogge sul versante nordalpino, nevicate persistenti in montagna. Pericolo di piene per la Thur e per fiumi piccoli e medi a nord delle Alpi.

Meteo

Situazione attuale

La regione alpina si trova sotto l'influsso di una rapida corrente da ovest-nordovest. Al suo interno diverse perturbazioni raggiungeranno la Svizzera nei prossimi giorni.

Un sistema frontale ha attraversato la Svizzera nella notte su lunedì, provocando raffiche  di 60-80 km/h in pianura e 80-110 km/h in altitudine.

Previsioni

 Lunedì i venti si indeboiranno leggermente, di conseguenza è stato revocato l'allerta grado 3 al nord delle Alpi. Nel corso della giornata verrà emessa un'allerta per il vento previsto martedì. Nelle Alpi i venti continuano invece a soffiare tempestosi.

Il forte afflusso d'umidità produrrà degli accumuli di pioggia tra 70-120 mm sul versante nordalpino e sul Giura occidentale, con marcate differenze regionali. Sul versante nordalpino al di sopra dei 1800-2000 metri sono attesi 70-120 cm di neve fresca, anche qui con forti differenze regionali

Neve

Situazione attuale

Attualmente il limite delle nevicate è collocato intorno ai 1100 m circa, anche se i pendii esposti a sud sono già parzialmente privi di neve sino ad alta quota. Rispetto ai valori pluriennali, in tutte le regioni l’equivalente in acqua è inferiore alla media, eccetto nel Ticino, dove l’equivalente in acqua continua a essere superiore alla media. Attualmente il manto nevoso è completamente umidificato al di sotto dei 1700-2000 m, mentre al di sopra dei 2000-2200m è per lo più asciutto.

Previsioni

Oggi le quantità di acqua da disgelo rientrano nella media regionale di 15 mm, considerando che nelle regioni in cui la pioggia cadrà sul manto nevoso potranno localmente essere raggiunte quantità sino a 35 mm. Le quantità maggiori sono previste alle altitudini intorno ai 1500m, in diminuzione sino ai 2100 m circa. Lunedì le quantità di acqua da disgelo rientreranno nella media regionale di 20 mm, con maggiori differenze regionali e valori massimi sino a 45 mm in funzione della pioggia e della distribuzione del vento. Secondo gli attuali modelli di previsione, martedì le quantità di disgelo diminuiranno nettamente.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Attualmente i corsi d’acqua e i laghi a nord delle Alpi e nel Giura presentano per lo più livelli delle acque stabili, rientranti nella norma annuale. È invece leggermente più elevato del solito il livello del lago di Brienz. A causa dello scioglimento delle nevi, per le portate di molti corsi d’acqua nella regione prealpina si osservano andamenti oscillanti nel corso della giornata.

Previsioni

Le previste precipitazioni e lo scioglimento delle nevi condurrà a un aumento in parte marcato delle portate, in particolare dei fiumi piccoli e medi nelle regioni interessate.  L’aumento delle portate si verificherà probabilmente già nella notte da domenica a lunedì, mentre i picchi di portata sono attesi principalmente nel corso della giornata di lunedì. Attualmente non è possibile prevedere con precisione quali bacini imbriferi saranno maggiormente interessati dal fenomeno. L’evoluzione sul fronte delle portate sarà determinata con ogni probabilità dallo sviluppo dei limiti delle nevicate. Stando alle previsioni attuali vi è da attendersi in particolare un aumento delle portate del fiume Thur, i cui picchi di portata potrebbero raggiungere il livello di pericolo 2. Notevoli incrementi delle portate sono tuttavia probabili anche in altri bacini fluviali delle zone prealpine, ad esempio lungo i fiumi Emme,  Kleine Emme,  Sihl o Linth.

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Thur-Andelfingen 2 350 - 550 m³/s 30.03.15, 12:00 - 18:00
Thur-Halden 2 300 - 500 m³/s 30.03.15, 09:00 - 15:00

Teaser