Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: lunedì 30 marzo 2015, ore 13:00
Prossima informazione: martedì 31 marzo 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Nevicate 3 versante nordalpino 29.03.15, ore 12 01.04.15, ore 12
Piogge 3 Giura, versante nordalpino 29.03.15, ore 12 01.04.15, ore 12
Vento 3 Alpi 29.03.15, ore 18 31.03.15, ore 18
Vento 3 Prealpi centrali 30.03.15, ore 22 31.03.15, ore 20
Vento 3 Altopiano, Svizzera nordoccidentale 30.03.15, ore 22 31.03.15, ore 20
Piena 2 Altipiano svizzero orientale, Giura occidentale, versante nordalpino 29.03.15, ore 18 01.04.15, ore 12
Piena 2 Thur 30.03.15, ore 00 31.03.15, ore 12

Vento tempestoso, precipitazioni intense sul versante nordalpino, nevicate persistenti nelle regioni di montagna, pericolo di piena a nord delle Alpi

Vento tempestoso da ovest, piogge continue sul versante nordalpino, neve in montagna. Pericolo di piena nel Thur e per i corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni a nord delle Alpi.

Meteo

Situazione attuale

La regione alpina si trova sotto l'influsso di una rapida corrente da ovest-nordovest. Al suo interno diverse perturbazioni raggiungeranno la Svizzera nei prossimi giorni.

Un sistema frontale ha attraversato la Svizzera nella notte su lunedì, provocando raffiche  di 60-80 km/h a basse quote e 80-130 km/h in altitudine. Sull' Altopiano nelle ultime 24 ore si sono registrati degli accumuli compresi tra 15-20 mm, lungo il versante Nordalpino e sul Jura tra 30 e 50 mm, localmente fino 70 mm.

Previsioni

Vento:
Lunedì in giornata il vento diminuisce temporaneamente. Lunedì sera un nuovo sistema perturbato raggiunge la regione alpina. Da lunedì sera a martedì sera alle allerte già in corso per il vento nelle Alpi si aggiunge un'allerta di grado 3 per il vento sull'Altipiano centrale e Orientale, come pure sulle Prealpi centrali. Sopra 1800 m sono possibili raffiche comprese tra 130-160 km/h. A medie e basse quote tra 90 e 110 km/h, con punte locali comprese tra 110-140 km/h nelle zone più esposte. I forti venti da nordovest raggiungono da lunedì pomeriggio anche il pendio Sudalpino. Le raffiche attese non dovrebbero però superare le soglie per il grado 3.

Precipitazioni:
La situazione di sbarramento persiste. Tra lunedì a mezzogiorno e mercoledì a mezzogiorno  sono attesi ulteriori 20-40 mm, localmente fino a 60 mm. A causa dei forti venti sono previste localmente delle differenze marcate. Sopra 1800-2000 metri si prevedono ulteriori 20-40 cm, localmente fino a 60 cm di neve fresca,  anche qui con forti differenze regionali.

 

Neve

Situazione attuale

Attualmente il limite delle nevicate è collocato intorno ai 1200 m circa. Rispetto ai valori pluriennali, in tutte le regioni l’equivalente in acqua è inferiore alla media, eccetto nel Ticino, dove l’equivalente in acqua continua a essere superiore alla media. Attualmente il manto nevoso è completamente umidificato al di sotto dei 1800 m - 2100 m, mentre al di sopra dei 2300 m è per lo più asciutto.

Previsioni

Oggi le quantità di acqua da disgelo rientrano nella media regionale di 10 mm, considerando che nelle regioni in cui la pioggia cadrà sul manto nevoso potranno localmente essere raggiunte quantità sino a 25 mm. Le quantità maggiori sono previste alle altitudini dai 1300 m ai 1900 m, in diminuzione sino ai 2500 m circa. Anche martedì le quantità di acqua da disgelo rientreranno nella media regionale di 10 mm, con maggiori differenze regionali e valori massimi sino a 25 mm in funzione della pioggia e della distribuzione del vento. Secondo gli attuali modelli di previsione, martedì le quantità di disgelo diminuiranno nettamente.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Le portate nelle zone interessate dalle precipitazioni sono perlopiù in aumento da lunedì mattina. Gli aumenti sono importanti soprattutto nei corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni (ad es. la Emme, la Broye o la Sarine). In alcuni tratti (ad es. nel corso superiore dell’Orbe) sono già state registrate portate attorno al grado di pericolo 2 o 3. Attualmente si registrano aumenti significativi della portata del Thur. Vicino a Thur-Halden si misurano attualmente portate appena inferiori al grado di pericolo 2.

A seguito delle maggiori portate in entrata salgono progressivamente anche i livelli dei laghi, anche se tali aumenti sono per ora risultati relativamente esigui.

Previsioni

A seguito della cessazione delle precipitazioni, da lunedì pomeriggio si prevede un calo delle portate, in particolare nei corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni che reagiscono in modo dinamico. Per contro, le portate continueranno ad aumentare nel Thur. La punta massima verrà raggiunta a Thur-Andelfingen nelle prime ore della serata. Da martedì pomeriggio sono previste nuove precipitazioni. I corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni reagiranno di nuovo con un rapido aumento delle portate a causa non da ultimo dei suoli nel frattempo già saturi a seguito delle precipitazioni precedenti.

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Thur-Andelfingen 2 420 - 520 m³/s 30.03.15, 17:00 - 21:00
Thur-Halden 2 380 - 440 m³/s 30.03.15, 11:00 - 15:00

Teaser