Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: mercoledì 1 aprile 2015, ore 12:00
Prossima informazione: giovedì 2 aprile 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 2 Altipiano svizzero orientale, Giura occidentale, versante nordalpino 29.03.15, ore 18 04.04.15, ore 12

Cessazione del vento tempestoso, cessazione delle precipitazioni intense sul versante settentrionale delle Alpi, cessazione delle precipitazioni nevose in montagna. Perdurare del pericolo di piena sul versante nordalpino.

Cessazione del vento tempestoso, cessazione delle precipitazioni continue sul versante settentrionale delle Alpi e delle precipitazioni nevose in montagna. Perdurare del pericolo di piena per i corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni del versante nordalpino.

Meteo

Situazione attuale

La regione alpina resta sempre interessata da una forte corrente da nordovest. Tuttavia l'intensità dei venti in quota diminuisce progressivamente.

A nord delle Alpi, il forte vento da ovest ha raggiunto a basse quote 90 - 110 km/h. Nelle zone esposte collinari sono state registrate punte fino a 120 km/h.
Anche in alta montagna il vento è stato molto forte con punte oltre i 140 km/h. Le raffiche più forti sono state registrate sul Gornergrat, 161 km/h e sul Crap Masegn, 165 km/h.

Per effetto di sbarramento, nelle passate 72 ore nel Giura e lungo pendio nordalpino sono caduti da 50 a 100 mm di precipitazione. L'intensità delle precipitazioni diminuisce. Per questo motivo le allerte di grado 3 per pioggia e nevicate sono revocate.

Previsioni

All'interno della forte corrente da nordovest entro sabato altre perturbazioni toccheranno la regione alpina.

Domani i venti da ovest non dovrebbero più superare la soglia per il grado 3.

Anche le precipitazioni dovrebbero continuare nelle prossime 72 ore in particolare lungo il pendio nordalpino centro-orientale. I quantitatativi attesi non dovrebebro però più surerare le soglie per il grado 3. Il limite delle nevicate rimane compreso tra 1700 e 1200 metri.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Da lunedì sera, gli elevati livelli delle acque dei corsi d’acqua situati sul versante nord delle Alpi sono nella maggior parte dei casi calati. Tuttavia, nel Giura, alcuni fiumi altamente influenzati dal carsismo sono cresciuti ancora nettamente martedì. I livelli dei laghi segnano ancora valori elevati, ma restano al di sotto dei gradi di pericolo. Le portate in uscita dei laghi regolati situati nell’Oberland bernese e ai piedi del Giura sono mantenute elevate, al fine di poter abbassare rapidamente i loro livelli e beneficiare di un volume di ritenzione delle piene.

Previsioni

Nei prossimi giorni, le precipitazioni potranno causare nuovamente aumenti repentini delle portate dei piccoli bacini imbriferi con suoli saturi a nord delle Alpi. Anche nel Giura occidentale, nelle zone carsiche, non possono essere esclusi straripamenti a livello locale. Fino al fine settimana non si prevede un miglioramento generale della situazione. Per quanto concerne i principali fiumi e laghi, secondo la valutazione attuale, non saranno superate le soglie di allarme.

Teaser