Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: giovedì 2 aprile 2015, ore 12:00
Prossima informazione: domenica 5 aprile 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 2 Altipiano svizzero orientale, versante nordalpino 29.03.15, ore 18 05.04.15, ore 12
Piena 2 Westlicher Jura 29.03.15, ore 18 03.04.15, ore 12

Resta in vigore il pericolo di piena per i corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni situati al nord delle Alpi.

Meteo

Situazione attuale

Per giovedì permane la corrente da nordovest. Sono previsti 10-15 mm di precipitazioni al nord in pianura e 20-40 mm sul pendio nordalpino, limite delle nevicate 800-1100 metri.

Previsioni

Venerdì temporaneamente asciutto. Precipitazioni dalla notte su sabato e sabato con 10-20 mm previsti al nord in pianura e 30-50 mm sul pendio nordalpino, limite delle nevicate in calo da 1000 metri alle basse quote.

Fino a domenica mattina è in vigore un avviso di 72 ore grado 2 per nevicate sul pendio nordalpino centrale e orientale con una previsione di 50-100 cm di neve.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Da lunedì sera, gli elevati livelli dei corsi d’acqua del nord delle Alpi sono nella maggior parte dei casi scesi. Nel Giura, tuttavia, martedì alcuni fiumi influenzati dal carsismo sono nuovamente saliti notevolmente. Mercoledì, i livelli delle acque si sono stabilizzati nella gran parte dei bacini imbriferi. I laghi registrano ancora livelli elevati, seppur al di sotto dei gradi di pericolo. Le portate dei laghi regolati situati nell’Oberland bernese e ai piedi del Giura sono mantenute da alcuni giorni a un livello elevato.

Previsioni

Da giovedì pomeriggio a venerdì mattina come pure nella giornata di sabato, ulteriori precipitazioni possono causare nuovi repentini aumenti delle portate dei bacini imbriferi di piccole dimensioni con suoli già saturi situati a nord delle Alpi. Secondo le valutazioni attuali, i principali fiumi e laghi non supereranno alcun grado di pericolo. A partire da domenica è previsto un generale miglioramento della situazione. I livelli delle acque dei laghi interessati e dei fiumi a valle degli stessi rimarranno tuttavia ancora per alcuni giorni elevati.

Teaser