Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: lunedì 4 maggio 2015, ore 10:00
Prossima informazione: lunedì 4 maggio 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 4 Lago di Thun 04.05.15, ore 08 05.05.15, ore 12
Piena 4 Aare-Bern 04.05.15, ore 08 04.05.15, ore 20
Piena 3 Aare-Hagneck, alto Reno 03.05.15, ore 12 05.05.15, ore 12
Piena 3 Lago di Bienna, Lago di Neuchâtel 03.05.15, ore 12 05.05.15, ore 12
Piogge 3 Altipiano occidentale, Giura e Ajoie 04.05.15, ore 00 04.05.15, ore 12
Piena 2 Altopiano, Giura, Vallese, versante nordalpino 03.05.15, ore 12 05.05.15, ore 12
Piena 2 Aare a valle del lago di Bienne, Birs, Emme, Kleine Emme, Limmat dal lago di Zurigo fino alla confluenza con il Furtbach, Reuss dal Lago dei Quattro Cantoni fino alla confluenza con la Kleine Emme, Reuss dalla confluenza con il Kleine Emme fino alla confluenza con l'Aare , Rodano dal Lago Lemano fino a Chancy, Saane 03.05.15, ore 12 05.05.15, ore 12
Piena 2 Lago dei Quattro Cantoni, Lago di Brienz, Lago di Morat 03.05.15, ore 12 05.05.15, ore 12

A causa delle nuove precipitazioni previste permane il pericolo di piene al nord delle Alpi

Fino a lunedì sono previste ulteriori precipitazioni al nord delle Alpi. Vi è il pericolo marcato di piene dei laghi di Bienne, di Neuchâtel e di Thun come pure dell’Aare tra Thun e Berna e del Reno dal lago Bodanico a Basilea. Permane il pericolo moderato di piene dell’Aare a valle del lago di Bienne, del Birs e del Rodano a valle della foce dell’Arve.

Meteo

Situazione attuale

Il secondo evento di abbondanti precipitazioni che ha toccato lo Chablais vallesano è terminato domenica in serata: su 24 ore sono stati osservati da 40 a 80 mm di precipitazione.  Sulle altre regioni prealpine si sono misurati da 20 a 60 mm di pioggia, mentre lungo il Giura da 20 a 40 mm.

Previsioni

Dopo una temporanea pausa domenica sera i rovesci sparsi continuano anche nella notte e lunedì mattina. L'afflusso di una massa d'aria più instabile favorisce localmente un carattere più temporalesco dei rovesci e rende più difficile la localizzazione geografica dei massimi d'intensità. Entro domenica pomeriggio sono attesi ulteriori 20-50 mm di pioggia, con grosse differenze regionali e locali. L'asse principale delle precipitazioni sarà probabilmente localizzato tra l'Altopiano occidentale e il Giura, dove la maggior parte degli accumuli cadrà in sole 12 ore. Il limite delle nevicate rimane attorno a 3000 metri.

Neve

Situazione attuale

Il limite dell’innevamento si colloca attualmente in una fascia compresa fra i 1600 e i 1900 m. Nella regione dell’Aar tale limite si colloca intorno ai 1900 m, in quella della Reuss intorno ai 1700 m, in quella della Limmat intorno ai 1600 m, in quella del Reno alpino intorno ai 1600 m, in quella del Ticino intorno ai 1800 m e in quella del Rodano intorno ai 1800 m. Il manto nevoso si è umidificato sino ad altitudini di circa 2500 m. Come di consueto in questa stagione, le caratteristiche del manto nevoso presentano grandi differenze a seconda della regione e dell’esposizione, anche nell’ambito di minime distanze.

Previsioni

Oggi domenica si prevedono in Svizzera cali medi intorno ai 20 mm circa, con punte locali sino a 30 mm. Nella regione dell’Aar si prevede un disgelo nevoso leggermente maggiore (circa 25 mm), mentre nella regione del Reno alpino un disgelo nevoso leggermente inferiore (circa 15 mm). Domani lunedì si prevedono in Svizzera cali medi intorno ai 20-25mm circa, con punte locali comprese tra 30 e 40 mm. Nella regione del Reno alpino si prevede un disgelo nevoso leggermente inferiore (circa 15-20 mm). Oggi domenica, nella regione dell’Aar la neve si scioglierà principalmente in una fascia compresa tra i 1800 e i 2600 m, nella regione della Reuss in una fascia compresa tra i 1700 e i 2400 m, nella regione della Limmat in una fascia compresa tra i 1600 e i 2300 m, nella regione del Reno alpino tra i 1700 e i 2400 m, in Ticino tra i 1800 e i 2400 m e nelle regione del Rodano tra i 2000 e i 2700m. Domani lunedì il limite superiore di queste fasce si collocherà 100 m più in alto.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

I fiumi situati al nord delle Alpi hanno reagito alle precipitazioni cadute da venerdì e sono ulteriormente saliti. Dall’Oberland bernese alla Svizzera centrale come pure nella Svizzera orientale si sono registrati in alcuni casi forti aumenti delle portate. L’Aare a valle del Lago di Thun come pure a valle del Lago di Bienne viene regolata a un livello molto alto nella fascia di pericolo 2. Da domenica mattina anche il Reno a Basilea è ulteriormente salito e si trova attualmente nel grado di pericolo 2. I laghi ai piedi del Giura come pure i laghi di Thun e di Brienz sono ulteriormente saliti nella notte su domenica a causa delle elevate portate in entrate. Ad eccezione del Lago di Brienz, detti laghi hanno raggiunto il grado di pericolo 2.

Previsioni

Le precipitazioni previste fino a lunedì a mezzogiorno causeranno un ulteriore aumento delle portate dei corsi d’acqua del nord delle Alpi. A causa delle elevate portate degli emissari dei laghi, l’Aare a valle del Lago di Thun viene regolata a un livello elevato e, in caso di ulteriore aumento del livello delle acque del lago, potrebbe raggiungere il grado di pericolo 3 nella notte su lunedì. L’Aare rimarrà a un livello elevato nella fascia di pericolo 2 anche a valle del Lago di Bienne. Il Reno a valle della foce dell’Aare continua a salire e potrebbe raggiungere anche di poco il grado di pericolo 3.

I laghi ai piedi del Giura come pure quelli situati nell’Oberland bernese saliranno ulteriormente fino a lunedì. Si parte quindi dal presupposto che il Lago di Brienz raggiungerà il grado di pericolo 2, mentre quello di Thun toccherà anche se di poco il grado di pericolo 3. I livelli dei laghi ai piedi del Giura saliranno ulteriormente a causa delle elevate portate in entrata. È quindi da prevedere che all’inizio della settimana sia il Lago di Bienne che quello di Neuchâtel raggiungano il grado di pericolo 3.

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Aare-Bern 4 510 - 550 m³/s 04.05.15, 08:00 - 16:00
Aare-Brugg 2 900 - 950 m³/s 04.05.15, 08:00 - 00:00
Aare-Brügg 2 560 - 620 m³/s 04.05.15, 18:00 - 05.05.15, 12:00
Emme-Wiler 2 250 - 350 m³/s 04.05.15, 10:00 - 18:00
Kleine Emme-Emmen 2 250 - 350 m³/s 04.05.15, 08:00 - 18:00
Lago dei Quattro Cantoni 2 433.9 - 434.1 m s. l. m. 04.05.15, 12:00 - 05.05.15, 12:00
Lago di Bienna 3 430.00 - 430.25 m s. l. m. 04.05.15, 12:00 - 05.05.15, 12:00
Lago di Brienz 2 564.55 - 564.75 m³/s 04.05.15, 12:00 - 05.05.15, 06:00
Lago di Morat 2 430.10 - 430.30 m s. l. m. 04.05.15, 12:00 - 05.05.15, 12:00
Lago di Neuchâtel 3 430.10 - 430.30 m s. l. m. 04.05.15, 12:00 - 05.05.15, 12:00
Lago di Thun 4 558.35 - 558.50 m s. l. m. 04.05.15, 12:00 - 05.05.15, 12:00
Limmat-Baden 2 350 - 400 m³/s 04.05.15, 10:00 - 23:00
Reuss-Luzern 2 280 - 350 m³/s 04.05.15, 12:00 - 05.05.15, 12:00
Reuss-Mellingen 2 480 - 600 m³/s 04.05.15, 10:00 - 05.05.15, 23:00
Rhein-Basel 3 3000 - 3300 m³/s 04.05.15, 12:00 - 23:00
Saane-Laupen 2 350 - 500 m³/s 04.05.15, 08:00 - 23:00

Teaser