Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: lunedì 4 maggio 2015, ore 17:00
Prossima informazione: martedì 5 maggio 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 4 Aare-Bern 04.05.15, ore 08 05.05.15, ore 12
Piena 4 Lago di Bienna, Lago di Thun 04.05.15, ore 12 06.05.15, ore 12
Piena 3 Aare a valle del lago di Bienne, Aare-Hagneck, alto Reno 04.05.15, ore 12 05.05.15, ore 12
Piena 3 Lago di Morat, Lago di Neuchâtel 04.05.15, ore 12 06.05.15, ore 12
Vento 3 Alpi Glaronesi, Alpi St. Gallesi e Appenzellesi, Alpi urane, Nord dei Grigioni, Oberland Bernese orientale 04.05.15, ore 21 05.05.15, ore 15
Piena 2 Altopiano, Giura, Vallese, versante nordalpino 03.05.15, ore 12 05.05.15, ore 12
Piena 2 Lago Lemano, Lago dei Quattro Cantoni, Lago di Brienz, Lago di Zurigo 03.05.15, ore 12 06.05.15, ore 12
Piena 2 Birs, Emme, Kleine Emme, Limmat, Reuss, Rodano dal Lago Lemano fino a Chancy, Saane 04.05.15, ore 12 05.05.15, ore 12

Pericolo di piena al nord delle Alpi, in particolare per l’Aare. Tempesta di favonio nelle valli alpine settentrionali

Un forte pericolo di piena vige per il Lago di Thun, il Lago di Bienne e per l’Aare fra Thun e Berna. Aumenta la possibilità di straripamenti di corsi d’acqua. Un pericolo marcato vige per il canale di Hagneck, il Lago di Morat e di Neuchâtel, l’Aare a valle del Lago di Bienne e per l’Alto Reno. Nelle valli alpine settentrionali subentrerà da martedì una forte fase favonica. I servizi specializzati della Confederazione, fra cui l’Ufficio federale dell’ambiente, monitorano la situazione e garantiscono il coordinamento. Informazioni aggiornate sono disponibili sul Portale sui pericoli naturali della Confederazione (www.pericoli-naturali.ch).

Meteo

Situazione attuale

La zona perturbata attiva che domenica sera ha raggiunto la Svizzera, si allontana oggi verso est. Il pendio nordalpino è stato di nuovo interessato da precipitazioni intense. Nell’arco di meno di 24 ore sono caduti lungo le prealpi e nello Chablais tra 20 e 40 mm, localmente fino a 50 mm di pioggia. Il limite delle nevicate è rimasto molto alto, compreso tra 2700 e 3000 metri.

Previsioni

Nel corso della giornata di lunedì le precipitazioni cesseranno ovunque e nelle vallate alpine inizierà a soffiare il favonio. Nella notte su martedì, durante la fase più intensa dell’evento, il favonio soffierà sulle cime con punte tra 100 e 130 km/h, nelle vallate alpine sono attese raffiche dell’ordine di 80 – 100 km/h.

Martedì a mezzogiorno, una nuova perturbazione raggiungerà il Giura per poi spostarsi lentamente verso est, ponendo fine alla corrente favonica. Il passaggio del fronte causerà nel corso di martedì in tutto il Paese nuove precipitazioni, a tratti a carattere temporalesco. Lungo il pendio nordalpino sono possibili anche dei temporali di una certa intensità. Nella notte su mercoledì, il fronte freddo attraverserà le Alpi, permettendo un’attenuazione dei fenomeni a nord della catena alpina. Tra martedì a mezzogiorno e mercoledì mattina sono previsti tra la Romandia e l’Altopiano centrale 10 – 15 mm di precipitazione, nelle zone interessate dai temporali localmente 20 – 40 mm. Il limite delle nevicate si abbasserà sensibilmente, al passaggio del fronte, da 3000 a 2000-1600 metri.

 

Neve

Situazione attuale

Il limite dell’innevamento si colloca attualmente in una fascia compresa fra i 1700 e i 1900 m. Il manto nevoso si è umidificato sino ad altitudini di circa 2800 m. Come di consueto in questa stagione, le caratteristiche del manto nevoso presentano grandi differenze a seconda della regione e dell’esposizione, anche nell’ambito di minime distanze.

Previsioni

Lunedì e martedì in Svizzera si registreranno tassi di disgelo nevoso in linea con la media primaverile. Sono previsti cali medi nell’equivalente in acqua della neve di circa 20mm/giorno, con punte locali sino a 25-35mm. Lunedì i cali saranno leggermente inferiori e martedì leggermente superiori. I maggiori cali nell’equivalente in acqua della neve si registreranno martedì in Ticino, dove si prevedono valori medi intorno ai 20-30 mm circa con punte locali sino a 35-45 mm. Oggi lunedì, la neve si scioglierà principalmente in una fascia compresa tra i 1700 e i 2800 m. Domani martedì il limite superiore di queste fasce si collocherà 100 m più in alto.

Scivolamenti

Previsioni

In caso di precipitazioni intense e continue oppure convettive non possono essere esclusi distacchi spontanei di frane. Il pericolo di frane interessa soprattutto le regioni in cui negli ultimi giorni sono state registrate quantità ingenti di precipitazioni e in cui i suoli sono saturi.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

I fiumi situati al nord delle Alpi hanno reagito alle precipitazioni cadute nella notte su lunedì e lunedì mattina e sono di nuovo saliti, in particolare quelli sul versante nordalpino centrale e occidentale. Anche i livelli dei laghi del versante nordalpino sono saliti. Il Lago di Thun e l’Aare a Berna hanno raggiunto la soglia di danno.

Previsioni

Il Lago di Thun salirà ulteriormente nella giornata odierna e permarrà nel grado di pericolo 4, ossia al di sopra della soglia di danno. Anche l’Aare fra Thun e il Lago di Wohlen rimarrà oggi nel grado di pericolo 4. Il Lago di Bienne salirà ulteriormente a causa delle portate elevate e raggiungerà il grado di pericolo 4, ossia la soglia di danno.

Per il Lago di Neuchâtel, di Morat, il canale di Hagneck, l’Aare a valle del Lago di Bienne e l’Alto Reno vige il grado di pericolo 3.

Un pericolo marcato di piena sussiste per la Sarine, l’Emme, la Piccola Emme, la Reuss, la Limmat, il Rodano a valle del Lago Lemano, la Birs nonché per il Lago Lemano, di Brienz, dei Quattro Cantoni e di Zurigo.

 

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Aare-Bern 4 500 - 510 m³/s 04.05.15, 09:00 - 15:00
Aare-Brugg 2 900 - 950 m³/s 04.05.15, 08:00 - 05.05.15, 23:00
Aare-Brügg 3 600 - 650 m³/s 04.05.15, 12:00 - 05.05.15, 12:00
Aare-Hagneck 3 900 - 1100 m³/s 04.05.15, 12:00 - 05.05.15, 12:00
Lac Léman - St - Prex 2 372.35 - 372.50 m s. l. m. 04.05.15, 00:00 - 05.05.15, 23:00
Lago dei Quattro Cantoni 2 434.10 - 434.20 m s. l. m. 04.05.15, 18:00 - 05.05.15, 12:00
Lago di Bienna 4 430.35 - 430.50 m s. l. m. 05.05.15, 00:00 - 23:00
Lago di Brienz 2 564.70 - 564.85 m s. l. m. 05.05.15, 00:00 - 23:00
Lago di Morat 3 430.30 - 430.40 m s. l. m. 06.05.15, 00:00 - 23:00
Lago di Neuchâtel 3 430.20 - 430.40 m s. l. m. 05.05.15, 00:00 - 23:00
Lago di Thun 4 558.35 - 558.50 m s. l. m. 04.05.15, 18:00 - 05.05.15, 12:00
Lago di Zurigo 2 406.20 - 406.30 m s. l. m. 05.05.15, 00:00 - 23:00
Limmat-Baden 2 340 - 360 m³/s 04.05.15, 10:00 - 15:00
Reuss-Luzern 2 280 - 350 m³/s 04.05.15, 12:00 - 05.05.15, 12:00
Reuss-Mellingen 2 570 - 600 m³/s 04.05.15, 12:00 - 16:00
Rhein-Basel 3 2900 - 3100 m³/s 04.05.15, 14:00 - 18:00
Saane-Laupen 2 350 - 400 m³/s 04.05.15, 08:00 - 23:00

Teaser