Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: giovedì 7 maggio 2015, ore 12:00
Prossima informazione: venerdì 8 maggio 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 4 Lago di Bienna, Lago di Neuchâtel 05.05.15, ore 12 11.05.15, ore 12
Piena 4 Aare a valle del lago di Bienne 05.05.15, ore 12 11.05.15, ore 12
Piena 3 Lago di Morat, Lago di Thun 05.05.15, ore 12 11.05.15, ore 12
Piena 3 Aare a valle del lago di Thun 07.05.15, ore 12 11.05.15, ore 12
Piena 2 Aare-Hagneck, Reuss, Rodano dal Lago Lemano fino a Chancy, Saane, alto Reno 05.05.15, ore 12 10.05.15, ore 12
Piena 2 Lago Lemano, Lago dei Quattro Cantoni, Lago di Brienz 05.05.15, ore 12 10.05.15, ore 12

Grado di pericolo 4 per i laghi di Neuchâtel e di Bienne nonché per l’Aare a valle del Lago di Bienne

Il grado di pericolo 4 viene mantenuto per i laghi di Neuchâtel e di Bienne e per l’Aare a valle del Lago di Bienne. Per i laghi di Thun e di Morat e l’Aare a valle del Lago di Thun vige il grado di pericolo 3.

Meteo

Situazione attuale

Una temporanea zona di alta pressione determina il tempo della regione alpina. Il tempo è in prevalenza soleggiato e asciutto.

Previsioni

Venerdì soprattutto nella seconda metà della giornata aumenta nuovamente l'instabilità atmosferica. Fino a domenica a nord delle Alpi sono attese a tratti precipitazioni. I rovesci possono assumere anche un carattere temporalesco in particolare da venerdì pomeriggio fino nella notte su sabato e lungo le Prealpi centro-orientali e le regioni dell'Altipiano adiacenti. In queste regioni sono attesi mediamente 20 mm di precipitazione con punte in poche ore fino a 30-40 mm. Nelle altre regioni si attendono da 10 a 20 mm. Il limite delle nevicate si situa attorno a 2500 metri.

Dopo una temporanea pausa la tendenza a rovesci aumenta di nuovo nella giornata di sabato e dura fino a domenica a mezzogiorno. In questa seconda fase sono attesi lungo il pendio nordalpino da 10 a 20 mm di pioggia con un limite delle nevicate tra 2000 e 2500 metri. Sulle pianure gli accumuli si aggireranno invece sui 10 mm.

Da domenica a mercoledì una robusta fascia di alta pressione determina tempo asciutto e caldo.

Neve

Situazione attuale

Il limite dell’innevamento si colloca attualmente in una fascia compresa fra i 1800 e i 2100 m. Il manto nevoso si è umidificato sino ad altitudini di circa 3000 m. Come di consueto in questa stagione, le caratteristiche del manto nevoso presentano grandi differenze a seconda della regione e dell’esposizione, anche nell’ambito di minime distanze.

Previsioni

Giovedì, al di sotto dei 2500 m sono previsti in Svizzera tassi di disgelo nevoso fra i 10 e i 20 mm/giorno. Venerdì, nella fascia compresa fra il limite dell’innevamento e i 2600 m circa si registreranno cali di media entità dell’equivalente in acqua della neve compresi fra i 15 e i 25 mm/giorno; nelle regioni dell’Aar e del Reno Alpino sono previsti a livello locale cali pari a 35 mm/giorno. Venerdì, al di sopra dei 2500 m l'equivalente in acqua aumenterà da 5 a 10 mm.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Da mercoledì a mezzogiorno ci sono state poche precipitazioni. I livelli dei corsi d’acqua sono in calo e si situano nella fascia di pericolo 1. I deflussi dai laghi permangono per contro molto elevati. L’Aare a valle dei laghi di Thun e di Bienne è regolato a un livello molto elevato (grado di pericolo 4), l’Aare a Interlaken e la Reuss a Lucerna si situano nella fascia di pericolo 2.

La maggior parte dei laghi si sono stabilizzati a un livello elevato o sono già in calo, come ad esempio i laghi di Thun e di Bienne. I laghi di Neuchâtel e di Morat tendono tuttora a salire. Nel frattempo, iIl livello del Lago di Neuchâtel supera di oltre 15 cm il picco massimo registrato finora nel 2007. Il livello del Lago di Bienne si trova nel grado di pericolo 4, quello dei laghi di Thun, Neuchâtel e Morat nel grado di pericolo 3 e quello dei laghi di Brienz, Lemano e dei Quattro Cantoni nel grado di pericolo 2.

 

Previsioni

Nei prossimi giorni rimarranno elevati in particolare i livelli dei laghi ai piedi del Giura. Permane quindi il grado di pericolo 4 per i laghi di Neuchâtel e di Bienne e il grado di pericolo 3 per il Lago di Morat. Per il Lago di Thun vige ora il grado di pericolo 3 in quanto il livello continuerà a calare fino a venerdì a mezzogiorno. Per i laghi Lemano, di Brienz e dei Quattro Cantoni viene mantenuto il grado di pericolo 2.

Per garantire il deflusso rapido dei laghi ai piedi del Giura, d’intesa con la Confederazione e i Cantoni, per i prossimi giorni le portate in uscita dal Lago di Bienne sono regolate a un livello molto elevato. L’Aare a valle del Lago di Bienne fino alla foce dell’Emme si trova pertanto nel grado di pericolo 4, mentre per l’Aare da Thun fino alla foce della Sarine vige ora il grado di pericolo 3. Il grado di pericolo per il canale di Hagneck passa da 3 a 2.

La Sarine, la Reuss, il Reno dal lago Bodanico a Basilea e il Rodano si situano al momento nel grado di pericolo 1. Le precipitazioni previste a partire da venerdì pomeriggio provocheranno un aumento dei livelli delle acque. La Sarine, la Reuss a valle delle foce della Piccola Emme, il Reno dal Lago Bodanico a Basilea a valle della foce dell’Aare e il Rodano a valle della foce con l’Arve potrebbero di nuovo raggiungere il grado di pericolo 2.

 

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Aare-Brügg 4 720 - 750 m³/s 07.05.15, 12:00 - 12.05.15, 00:00
Lac Léman - St - Prex 2 372.40 - 372.50 m s. l. m. 07.05.15, 00:00 - 23:00
Lago di Bienna 4 430.45 - 430.55 m s. l. m. 09.05.15, 00:00 - 23:00
Lago di Morat 3 430.50 - 430.60 m s. l. m. 09.05.15, 00:00 - 12.05.15, 00:00
Lago di Neuchâtel 4 430.45 - 430.55 m s. l. m. 09.05.15, 00:00 - 12.05.15, 00:00

Teaser