Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: mercoledì 13 maggio 2015, ore 12:00
Prossima informazione: giovedì 14 maggio 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 4 Aare a valle del lago di Bienne 13.05.15, ore 12 15.05.15, ore 12
Piena 2 Lago di Bienna, Lago di Morat, Lago di Neuchâtel 13.05.15, ore 12 15.05.15, ore 12

I livelli dei laghi ai piedi del Giura permangono elevati.

Da lunedì i livelli dei laghi ai piedi del Giura sono scesi ulteriormente, ma permangono elevati. Per i laghi di Morat, di Neuchâtel e di Bienne vige il grado di pericolo 2. La portata in uscita del lago di Bienne è ancora regolata a un livello elevato. Da giovedì sera a sabato mattina sono attese nuove precipitazioni.

Meteo

Situazione attuale

Una forte corrente da ovest-sudovest fa affluire mercoledì aria calda e instabile verso le regioni nordalpine. Mercoledì sera si formano temporali isolati che potenzialmente possono diventare violenti, con raffiche di vento e grandine.

Previsioni

Nord delle Alpi:
Mercoledì sera e nella notte su giovedì sono attesi sulle regioni nordorientali temporali isolati, ma potenziamente violenti e associati a forti raffiche di vento e gradine. Dopo una temporanea pausa giovedì mattina, il rischio di rovesci e temporali aumenta di nuovo nel corso del pomeriggio e della serata di giovedì. Da giovedì sera fino a sabato mattina sono attesi sulle pianure da 10 a 30 mm di pioggia, lungo il pendio nordalpino da 30 a 50 mm. Il limite delle nevicate cala venerdì temporanemante a 900-1400 metri, per poi di nuovo salire sabato a 2000 metri.

Sud delle Alpi:
Il rapido spostamento di una depressione dall'Atlantico all'Italia settentrionale determina giovedì nel corso del pomeriggio il rafforzamento delle correnti da sudovest e fa aumentare considerevolmente l'instabilità atmosferica. Giovedì sera sono attesi i primi temporali  localmente intensi e che continueranno anche durante tutta la giornata di venerdì. Venerdì in mattinata andrà a formarsi una zona di convergenza, localizzata probabilmente tra il Ticino centrale  e quello meridionale. Proprio in queste zone si attendono  i temporali più forti e gli accumuli di pioggia maggiori. L'esatta localizzazione dei fenomeni più violenti è possibile solo a corto termine. Gli accumuli saranno molto variabili nello spazio a causa della marcata componente temporalesca. Mediamente si attendono da 40 a 70 mm di pioggia con punte locali nel Ticino centro-meridionale comprese tra 70 e 100 mm. Il limite delle nevicate rimane in gran parte sopra i 2000 metri, per scendere verso la fine dell'evento a 1700 metri. Nella notte su sabato le precipitazioni cessano.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

La situazione delle piene dei laghi ai piedi del Giura è ulteriormente migliorata da lunedì grazie al tempo asciutto e a un’elevata portata in uscita del lago di Bienne, che negli scorsi giorni è stata regolata a un livello elevato tra i 720 e i 750 m3/s. Ciò ha consentito una diminuzione continua dei livelli dei laghi ai piedi del Giura. Il livello del lago di Neuchâtel è sceso negli ultimi giorni di 8 cm al giorno e attualmente si trova ancora nel grado di pericolo 3. I laghi di Morat e di Bienne si situano nel grado di pericolo 2.

Previsioni

Al fine di far defluire con rapidità l’acqua dai laghi ai piedi del Giura, il livello del Lago di Bienne è ancora regolato a un livello elevato. Pertanto, l’Aare fino alla confluenza con la Emme permane nel grado di pericolo 4, mentre fino alla confluenza con il Reno è ancora nel grado di pericolo 2. I livelli delle acque dei laghi ai piedi del Giura scenderanno ulteriormente fino a giovedì sera. Il livello del Lago di Neuchâtel scenderà dal grado di pericolo 3 al grado di pericolo 2 nel corso di mercoledì e la relativa allerta viene quindi adeguata. Per i laghi di Bienne e di Morat permane il grado di pericolo 2.

A causa delle precipitazioni attese da giovedì a sabato, venerdì è possibile un nuovo aumento degli immissari dei laghi ai piedi del Giura e un temporaneo rallentamento della portata dell’Aare alla chiusa di Port. Ciò potrebbe comportare un aumento del livello del Lago di Bienne.

Teaser