Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: venerdì 22 maggio 2015, ore 12:00
Prossima informazione: ultime informazioni


Terminato il pericolo di piene in Svizzera

Revocate tutte le allerte

Meteo

Situazione attuale

Da martedì sul versante nordalpino centrale e orientale, così come nei Grigioni, sono caduti da 35 a 60 mm di pioggia, localmente fino a 70. Sul versante nordalpino occidentale si sono misurati 10 - 30 mm. Il limite delle nevicate oscillava fra 800 e 1500 m. Sulle montagne vallesane i quantitativi sono stati di 10 - 25 mm, a sud delle Alpi da 25 a 50-70. Sulle pianure nordalpine è piovuto meno, fra 5 e 10 mm all'est, fra 0 e 5 all'ovest.

Previsioni

Venerdì e sabato le forti correnti nordorientali porteranno ancora qualche debole precipitazioni sulle Prealpi centrali e orientali, con un limite delle nevicate fra 1500 e 1900 metri. Domenica il tempo resterà asciutto su tutta la Svizzera grazie ad un debole influsso anticiclonico, anche se un debole rischio di rovesci sarà ancora presente in montagna. Un nuovo fronte freddo raggiungerà il versante nordalpino lunedì sera.

Neve

Situazione attuale

Il limite dell’innevamento si colloca attualmente in una fascia compresa fra i 1500 e i 2100 m. Al di sopra dei 2500 m, l’attuale altezza del manto nevoso corrisponde o è leggermente superiore alla media pluriennale. Fatta eccezione per la regione dell’Aar e del Reno alpino, ad altitudini più basse è presente meno neve rispetto alla media. Il manto nevoso si è completamente o parzialmente umidificato sino ad altitudini di circa 2500 m. Come di consueto in questa stagione, le caratteristiche del manto nevoso presentano grandi differenze a seconda della regione e dell’esposizione, anche nell’ambito di minime distanze.

Previsioni

Venerdì sul versante nordalpino si avranno tassi di disgelo nevoso compresi fra i 5 e i 10 mm/giorno al di sotto dei 1900 m. Sul versante sudalpino sono previsti tassi di disgelo nevoso inferiori (5mm/giorno al di sotto dei 2300 m). Sabato e domenica i tassi di disgelo nevoso tenderanno ad aumentare leggermente e a raggiungere al di sotto dei 2200 m sul versante nordalpino e al di sotto dei 2500 m su quello sudalpino valori compresi tra 10 e 15mm/giorno.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

I livelli di numerosi corsi e specchi d’acqua svizzeri sono saliti da mercoledì, senza che i maggiori fiumi siano passati a un grado di pericolo superiore.
Al momento i livelli di tutti i corsi d‘acqua sono in calo. L’allerta per i fiumi di piccole e di medie dimensioni del versante nordalpino centrale e orientale e dell’Altipiano orientale può essere revocata.
I livelli delle acque dei laghi di Bienne, Morat e Neuchâtel sono di nuovo in netto calo e si trovano nella fascia dei valori abituali per la stagione.
Negli ultimi giorni i livelli del lago Bodanico e del lago di Lugano sono di nuovo saliti e sono ora a un livello elevato di poco al di sotto del grado di pericolo 2.  

Previsioni

In seguito al tempo prevalentemente asciutto previsto fino a martedì, i livelli delle acque si troveranno in una fase di stasi o in lento calo. L’aumento delle portate dovuto all’inizio dello scioglimento delle nevi può far alzare il livello del lago Bodanico di alcuni centimetri, senza che venga raggiunto il grado di pericolo 2. Quest’ultimo non sarà raggiunto nemmeno dal lago di Lugano.

Teaser