Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: venerdì 12 giugno 2015, ore 12:00
Prossima informazione: lunedì 15 giugno 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 2 Alpi urane, Alto-Vallese, Centro dei Grigioni, Sopraceneri 12.06.15, ore 18 15.06.15, ore 12

Pericolo di piene per i corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni in Ticino e nelle regioni limitrofe

Le precipitazioni previste causeranno da venerdì sera aumenti in parte forti delle portate dei fiumi del Ticino e nelle regioni limitrofe settentrionali dall’Alto Vallese ai Grigioni centrali.

Meteo

Situazione attuale

Una depressione centrata nei pressi del Golfo di Biscaglia fa affluire aria umida ed instabile verso le Alpi. Il pendio sudalpino si trova da venerdì in una situazione di sbarramento.

Durante la mattinata di venerdì si sono osservati i primi rovesci sparsi con accumuli massimi tra 10 e 15 mm.

Previsioni

La fase più attiva è attesa a partire da venerdì in tarda serata. Si prevedono rovesci estesi a carattere temporalesco, in particolare nel Sopraceneri. Considerata la marcata componente temporalesca gli accumuli possono variare di molto da zona a zona. Nella prima fase tra venerdì sera e sabato pomeriggio si attendono da 40 a 70 mm di pioggia nel Sopraceneri, da 20 a 40 nel Sottoceneri. Dopo una fase con precipitazioni più deboli segue nella notte su domenica e domenica in giornata una nuova fase più attiva con accumi compresi tra 20 e 50 mm. Lunedì e martedì le precipitazioni sono meno intense e a carattere sparso.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Le portate dei corsi d’acqua in Ticino registrano al momento livelli pari o inferiori alla media stagionale. Nelle regioni limitrofe settentrionali, dal Vallese meridionale al Goms fino in Surselva, le portate continuano a essere influenzate dallo scioglimento delle nevi ma negli scorsi giorni sono diminuite. I livelli del Lago Maggiore e del lago di Lugano rientrano nella media stagionale.

Previsioni

Le previste precipitazioni, intensificate da temporali, causeranno a partire da venerdì sera aumenti delle portate in parte forti dei corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni in Ticino come pure nelle regioni limitrofe dall’Alto Vallese alla regione del Gottardo fino ai Grigioni centrali.

Anche lungo i principali fiumi come la Maggia e il Ticino, così come lungo il corso superiore del Rodano, della Reuss urana e del Reno alpino, sono attesi aumenti marcati delle portate. Secondo le valutazioni attuali, i fiumi menzionati come pure il Lago Maggiore e il lago di Lugano non dovrebbero tuttavia raggiungere il grado di pericolo 2.

Teaser