Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: domenica 14 giugno 2015, ore 12:00
Prossima informazione: lunedì 15 giugno 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 2 Alpi urane, Alto-Vallese, Centro dei Grigioni, Sopraceneri 12.06.15, ore 18 15.06.15, ore 12
Piena 2 Altopiano, versante nordalpino 14.06.15, ore 15 15.06.15, ore 18

Forti piogge e pericolo di piene a nord delle Alpi

Nella notte su lunedì, le intense precipitazioni a carattere temporalesco porteranno in parte a forti aumenti delle portate dei fiumi a nord delle Alpi

Meteo

Situazione attuale

La regione alpina si trova sempre sotto l'influsso di aria umida e instabile e fino a lunedì sono attesi altro rovesci e temporali.

Previsioni

Nel pomeriggio e sera si svilupperanno temporali a partire dalle Alpi e Prealpi, toccando in seguito anche la pianura. I modelli mostrano lo sviluppo di un vasto complesso di temporali per la sera e la notte, che causerà precipitazioni abbonbdanti. Le cellule temporaalesche dovrebbero toccare principalmente la Svizzera tedesca, è comunque difficile stablire in dettaglio le regioni che verranno più colpite. I quantitativi di acqua previsti sono generalmente compresi tra 30 e 50 mm, con punte fino a 50-80 mm nelle zone più toccate. Data la difficoltà di una delimitazione geografica precisa delle regioni più a rischio, è stato emesso un avviso grado 2 di pioggia in generale per il Nord delle Alpi. Prima della formazione degli eventi più intensi verranno inoltre emessi delle allerte per temporali.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Le portate dei corsi d’acqua a nord delle Alpi registrano al momento valori pari o inferiori alla media. In Ticino e nelle regioni limitrofe settentrionali, dal Vallese meridionale al Goms fino al centro dei Grigioni, le portate sono elevate a causa delle precipitazioni degli scorsi giorni. I livelli dei laghi a nord e a sud delle Alpi rientrano nei valori medi stagionali.

Previsioni

Le forti precipitazioni a carattere temporalesco previste da domenica a mezzogiorno porteranno, a nord delle Alpi, a un aumento in parte forte delle portate dei corsi d‘acqua. Secondo le valutazioni attuali, saranno maggiormente interessate le regioni comprese fra la Svizzera centrale e la Svizzera orientale, nonché la Svizzera settentrionale. In queste regioni, per i corsi d'acqua di piccole e medie dimensioni può essere raggiunto il livello di pericolo 2. Non si può escludere che anche corsi d’acqua di maggiori dimensioni, come per esempio la Sihl, la Piccola Emme e la Emme raggiungano il livello di pericolo 2. Le intense piogge a carattere temporalesco possono provocare localmente frane di piccole dimensioni.

In Ticino e nelle regioni limitrofe settentrionali, dall’Alto Vallese alla regione del Gottardo fino al centro dei Grigioni, le precipitazioni previste possono portare entro la mattinata di lunedì a un aumento in parte forte delle portate dei corsi d‘acqua di piccole e medie dimensioni. Secondo le valutazioni attuali, per i maggiori fiumi quali la Maggia e il Ticino, nonché per il Lago Maggiore e il Lago di Lugano, il livello di pericolo 2 non sarà raggiunto.

Teaser