Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: martedì 16 giugno 2015, ore 12:00
Prossima informazione: ultime informazioni


Revoca del pericolo di piena al nord delle Alpi

Meteo

Situazione attuale

Il tempo sulla Svizzera è influenzato da una debole zona depressionaria, che si estende dalla Spagna fino al Mar Nero passando per le Alpi. Nel corso di martedì una debole corrente di bise spinge verso le Alpi una massa d'aria caldo-umida. Sulle pianure nordalpine è così atteso un lento miglioramento.

Previsioni

Martedì le precipitazioni sull'Altopiano saranno generalmente deboli e in diminuzione, mentre lungo il pendio nordalpino le piogge proseguiranno fino a sera, ma saranno in progressivo indebolimento. Nelle Alpi e al sud sono attesi alcuni rovesci, localmente temporaleschi.

Mercoledì il tempo migliorerà decisamente grazie ad un influsso anticiclonico.

Giovedì una nuova perturbazione proveniente da nordovest raggiungerà la Svizzera nordalpina e porterà ancora alcune piogge.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Le precipitazioni a carattere temporalesco cadute domenica e lunedì sul nord delle Alpi hanno causato in parte aumenti marcati delle portate. Lungo il Murg e l’Aach, nella Svizzera orientale, sono stati raggiunti rispettivamente il grado di pericolo 2 e 3. Anche i principali fiumi dell’Altipiano come pure il Reno presso Basilea si sono gonfiati, senza tuttavia raggiungere il grado di pericolo 2. Da lunedì pomeriggio i livelli delle acque stanno scendendo. La presente allerta può pertanto essere revocata.

Previsioni

Fino a martedì sera sul nord delle Alpi sono previste ancora deboli precipitazioni. Martedì e mercoledì le portate della maggior parte dei corsi d’acqua diminuiranno lentamente. I livelli dei principali laghi aumenteranno ancora leggermente per poi stabilizzarsi nel corso della giornata e scendere di nuovo lievemente a partire da mercoledì.

Teaser