Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: domenica 9 agosto 2015, ore 12:00
Prossima informazione: lunedì 10 agosto 2015, ore 00:00

Processo livello Zone interessate da a
Piogge 3 Altipiano svizzero occidentale, Giura occidentale, Regione del Lemano 09.08.15, ore 12 10.08.15, ore 00
Piena 2 Svizzera tedesca, Vallese 08.08.15, ore 12 10.08.15, ore 12

Locali piene possibili a nord delle Alpi e nel Vallese, forti piogge sulla Svizzera occidentale

Da sabato a lunedì a nord delle Alpi e nel Vallese c'è il pericolo di piene locali. Forti precipitazioni sono attese fino a domenica notte sulla Svizzera occidentale.

Meteo

Situazione attuale

Sul centro Europa si è formato un debole canale depressionario, che include una zona frontale sulla Francia. La Svizzera viene a trovarsi in una massa d'aria più umida e instabile. Lunedì il limite di massa d'aria si sposterà lentamente verso est e permetterà un miglioramento.

Previsioni

Nel pomeriggio di oggi sulle montagne si formeranno rovesci o temporali, che localmente potranno essere di forte intensità. Il limite delle nevicate si trova sopra i 3000 metri. Entro la mezzanotte di oggi fra la regione del Lemano, il Giura e l'Ajoie sono possibili accumuli locali di 30 - 50 mm, in parte concentrate in un periodo di 3 - 6 ore. Nella notte le precipitazioni si indeboliranno.

Sulle altre regioni sono anche possibili temporali localmente forti, ma gli accumuli saranno generalmente inferiori. In caso di necessità saranno emesse allerte "flash temporali".

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Al nord delle Alpi le portate sono attualmente al di sotto della media. Numerosi corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni presentano livelli di magra. Nelle Alpi, i bacini imbriferi ghiacciati segnano tuttavia portate superiori alla media. Lungo la Massa come pure lungo il Rodano presso Gletsch, venerdì sera è stato raggiunto il grado di pericolo 2 a causa del forte scioglimento della neve.

Previsioni

I temporali previsti a partire da sabato a mezzogiorno possono causare aumenti forti e repentini delle portate di corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni. Nelle Alpi, temporali improvvisi associati a un limite delle nevicate molto elevato possono provocare aumenti molto marcati delle portate in particolare in bacini imbriferi ghiacciati. Saranno interessati da questo fenomeno soprattutto i torrenti glaciali dell’Alto Vallese e dell’Oberland bernese. Secondo le valutazioni attuali, la situazione peggiorerà domenica. Poiché i principali fiumi dell’Altipiano registrano portate molto basse e che le precipitazioni a carattere temporalesco si verificheranno localmente, è improbabile che lungo Aare, Reuss, Limmat e Reno venga raggiunto un grado di pericolo. Per quanto concerne i laghi, si prevedono livelli delle acque perlopiù stabili.

Teaser