Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: mercoledì 16 settembre 2015, ore 17:00
Prossima informazione: giovedì 17 settembre 2015, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Vento 3 versante nordalpino centrale, versante nordalpino orientale 15.09.15, ore 18 17.09.15, ore 18
Piogge 3 Alpi urane, Altipiano svizzero occidentale, Bacino Lemanico, Centro dei Grigioni, Giura occidentale, Moesano, Nord del Ticino 16.09.15, ore 18 18.09.15, ore 11
Piena 2 Alpi urane, Centro dei Grigioni, Sopraceneri 16.09.15, ore 20 18.09.15, ore 11
Piena 2 Maggia-Locarno, Ticino-Bellinzona 17.09.15, ore 08 18.09.15, ore 00

Piogge abbondanti al Sud e all'Ovest, tempesta favonica sul pendio nordalpino centrale e orientale, pericolo di piena in Ticino.

Un'attiva perturbazione attraverserà le Alpi da ovest a est nel corso di giovedì e sarà accompagnata da precipitazioni abbondanti. L'allerta di tempesta favonica resta attiva fino a giovedì pomeriggio. Per il Ticino e le regioni settentrionali adiacenti viene emanata un’allerta di piena.

Vento e piogge

Situazione attuale

Correnti meridionali stanno convogliando aria umida verso le Alpi provocando precipitazioni al Sud e all'Ovest e favonio sul pendio nordalpino.

Previsioni

Le correnti meridionali si rafforzeranno ulteriormente e giovedì le precipitazioni e il vento raggiungeranno la loro maggiore intensità.

Nell’alto Ticino e nella Mesolcina tra mercoledì sera e giovedì sera sono previsti oltre 100 mm di acqua. Il limite delle nevicate dovrebbe restare attorno a 2800 metri, in montagna i venti soffieranno tempestosi da sud.
Dal massiccio del Gottardo fino nel centro dei Grigioni sono invece previsti 50-80 mm.
Giovedì mattina nel Giura occidentale e su parte dell'Altopiano in 12 ore sono previsti 30-50 mm.

Il favonio nelle vallate nordalpine raggiungerà il massimo mercoledì pomeriggio e sera.

Corsi d'acqua e laghi

Le precipitazioni previste e il limite delle nevicate elevato causeranno a partire dalla tarda serata di mercoledì, in particolare nel Nord del Ticino e nelle regioni limitrofe dal massiccio del Gottardo al centro dei Grigioni, un aumento rapido dei livelli dei corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni, come pure dei fiumi Maggia e Ticino. Secondo le stime attuali, questi ultimi potrebbero raggiungere il grado di pericolo 2 nel corso di giovedì 17. A seguito degli afflussi più elevati, il livello del Lago Maggiore salirà in misura massiccia, ma non raggiungerà il grado di pericolo 2.

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Maggia-Locarno 2 500 - 800 m³/s 17.09.15, 12:00 - 23:00
Ticino-Bellinzona 2 600 - 900 m³/s 17.09.15, 12:00 - 18.09.15, 06:00

Teaser