Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: sabato 9 gennaio 2016, ore 13:15
Prossima informazione: lunedì 11 gennaio 2016, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 2 Altipiano svizzero centrale, Altipiano svizzero occidentale, Bacino Lemanico, Giura, versante nordalpino occidentale 08.01.16, ore 12 11.01.16, ore 12

Pericolo di piene nella Svizzera occidentale e nelle regioni limitrofe

Le precipitazioni e lo scioglimento della neve causeranno venerdì sera aumenti più marcati delle portate dei fiumi del nord delle Alpi, in particolare nel Giura e nell’Altipiano occidentale.

Meteo

Situazione attuale

Fino a sabato a mezzogiorno sono stati registrati accumuli fra 20 e 40 mm a nord delle Alpi con punte oltre 40 mm nel Chablais e nel Seeland Bernese. Il limite della neve è salito in un primo momento fino a 1800 metri, verso ovest persino sui 2000 metri. Nella notte su sabato la neve è scesa fin verso i 1400 metri, nelle vallate interne delle Alpi in parte sotto i 1000 metri.

Previsioni

La perturbazione sta valicando l'arco alpino spostando il suo epicentro verso le regioni orientali. Il limite delle nevicate si trova fra 1100 e 1500 metri. Nel corso di domenica giunge da ovest la prossima saccatura con precipitazioni estese. Fino a lunedì mattina dal Basso Vallese all' Oberland Bernese sono attesi accumuli fra 15 e 30 mm, localemente anche 40 mm. Il limite delle nevicate scende fin verso i 1000-1200 metri.

Neve

Situazione attuale

Nonostante le recenti nevicate, la quantità di neve è fortemente inferiore alla media pluriennale. Al di sotto dei 1400 m il manto nevoso presenta uno spessore ridotto e risulta variabile. Al di sopra dei 1700 m il manto nevoso è per lo più asciutto, mentre a quote inferiori è umidificato.

Previsioni

Da sabato mattina tali valori diminuiranno e anche nelle regioni esposte si collocheranno sotto ai 15 mm sabato e sotto ai 10 mm domenica. A livello locale le quantità di acqua da disgelo potranno essere in parte limitate dalla neve disponibile.  

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Negli ultimi giorni la pioggia e lo scioglimento della neve hanno aumenti diffusi delle portate al nord delle Alpi, in particolare nei corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni situati nel Giura e nell’Altipiano occidentale.  

Previsioni

Le precipitazioni previste nei prossimi giorni, associate allo scioglimento della neve, causeranno aumenti più marcati delle portate nelle regioni interessate. Un incremento dei livelli è atteso in particolare per le portate in entrata delle acque ai piedi del Giura e del lago Lemano. Tuttavia, anche fiumi quali il Birs e la Sarine potrebbero segnare aumenti accentuati delle portate fino alla fascia di pericolo 2. Si prevede che i picchi vengano raggiunti nel corso di sabato pomeriggio. Nei giorni successivi saranno possibili nuovi aumenti. Anche i livelli dei laghi cresceranno in misura maggiore nei prossimi giorni, ma stando alle stime attuali non raggiungeranno alcun grado di pericolo.

Teaser