Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: sabato 30 gennaio 2016, ore 12:00
Prossima informazione: domenica 31 gennaio 2016, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Piogge 3 Giura occidentale, Vallese, versante nordalpino 30.01.16, ore 18 01.02.16, ore 03
Piena 2 Altopiano, Giura, versante nordalpino 31.01.16, ore 06 01.02.16, ore 12
Piena 2 Thur 31.01.16, ore 12 01.02.16, ore 12

Forti precipitazioni e pericolo moderato di piene a nord delle Alpi

Fra sabato sera e lunedì mattina a nord delle Alpi sono attese forti precipitazioni, che all'est cadranno in parte sottoforma di neve fino alla basse quote. I livelli dei piccoli e medi corsi d'acqua saliranno rapidamente nel corso di domenica.

Meteo

Situazione attuale

In una forte corrente da ovest, nella notte sulla domenica un fronte freddo attraveserà la Svizzera nordalpina, seguito domenica da un fronte caldo.

Previsioni

Fra sabato sera e lunedì mattina a nord delle Alpi sono attese precipitazioni abbondanti. A causa dei venti tempestosi, con raffiche che sulle vette alpine raggiungeranno i 100-130 km/h, gli accumuli di precipitazione saranno caratterizzati da marcate differenze regionali. Sul pendio nordalpino, nel Vallese e nel Giura occidentale sono attesi 50 - 80 mm, ad alta quota localmente fino a 100. Il limite delle nevicate sabato sera sarà attorno ai 1000 - 1500 m, ma scenderà brevemente nella notte sulle regioni orientali fino alle basse quote. Domenica il limite risalirà fin verso 2200 m, ma nelle Alpi resterà più a lungo attorno ai 1000.

Neve

Situazione attuale

La quantità di neve è ancora inferiore alla media pluriennale. Questa mattina, sul versante nordalpino il limite medio dell’innevamento era situato fra i 700 e i 1000 m. Al di sopra dei 1800 m circa il manto nevoso è prevalentemente asciutto, mentre a quote inferiori è umidificato.

Previsioni

Nella notte fra sabato e domenica, le previste precipitazioni porteranno nevicate in ampie parti della Svizzera. Con l’aumento delle temperature, domenica la pioggia prenderà il posto della neve. Soprattutto nelle regioni nord orientali della Svizzera e nelle regioni montane vi saranno inoltre condizioni di vento forte. Fino a domenica pomeriggio, dalla regione del Napf al lago di Costanza la neve fresca appena caduta si scioglierà. Con il perdurare del vento e l’aumento delle temperature, i tassi di disgelo nevoso rimarranno elevati fino a lunedì mattina: lungo il Giura fino a 25 mm al di sotto dei 1600 m; nell’Oberland Bernese e nella Svizzera centrale fino a 40 mm al di sotto dei 1800 m; nella parte nord orientale dell’Altipiano svizzero e sulle adiacenti Prealpi fino a 40 mm al di sotto dei 1600 m.

 

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Sabato pomeriggio le portate dei corsi d'acqua nel Giura e lungo le Prealpi risultano leggermente superiori alla media del periodo. Altrimenti, a nord delle Alpi, sono in linea con i valori stagionali.

Previsioni

A partire da sabato sera, a nord delle Alpi, nei bacini imbriferi situati a quote inferiori a circa 1000 metri, le portate aumenteranno leggermente. Durante la giornata di domenica, l'aumento del limite delle nevicate provocherà un forte incremento delle portate dei corsi d'acqua di piccole e medie dimensioni. Entro la mattinata di lunedì sono attese portate elevate nei bacini imbriferi a quote inferiori a circa 2000 metri.

Anche i livelli dei grandi fiumi saliranno. Si prevede che nella seconda metà della giornata di domenica la Thur raggiungerà il livello di pericolo 2. La Sihl, la Emme, il Birs e il Reno dal lago Bodanico a Basilea rimarranno molto probabilmente al di sotto del livello di pericolo 2.

 

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Thur-Halden 2 400 - 600 m³/s 31.01.16, 18:00 - 01.02.16, 06:00

Teaser