Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: martedì 9 febbraio 2016, ore 12:00
Prossima informazione: mercoledì 10 febbraio 2016, ore 06:00

Processo livello Zone interessate da a
Nevicate 3 Aigle - Leysin, Bex - Villars, Conthey - Fully, Monthey - Val d'Illiez, Sion - Crans-Montana, Val d'Entremont - Val Ferret, Vallée du Trient, Vouvry 08.02.16, ore 12 10.02.16, ore 12
Vento 3 Svizzera occidentale e nordoccidentale 08.02.16, ore 12 10.02.16, ore 06

Venti occidentali tempestosi al nord delle Alpi, nevicate abbondanti nelle Alpi occidentali.

In una corrente occidentale molto dinamica sono attesi venti tempestosi principalmente sull'ovest e sul nord della Svizzera, così come nevicate abbondanti sulle Alpi occidentali.

Venti tempestosi al nord delle Alpi, nevicate abbondanti nelle Alpi occidentali.

Situazione attuale

Il passaggio della tempesta di ieri ha provocato raffiche di 53-109 km/h sull’Altopiano occidentale e fino a 112 km/h su quello orientale, nonché punte di 120-142 km/h nelle Prealpi e Alpi.

Oggi martedì la depressione „Susanna“ si sposta dalla Bretagna al Mar Baltico. La Svizzera si troverà sul suo fianco meridionale e sarà toccata da venti forti o tempestosi da sudovest.

 

Previsioni

Dopo una breve pausa martedì mattina, nel pomeriggio si avrà un nuovo rinforzo dei venti anche in pianura. Martedì sera le raffiche massime nelle regioni allertate dovrebbero raggiungere 90-110 km/h e saranno accompagnate da violenti rovesci di pioggia o di gragnuola. Nella regione del Giura si avrà una breve fase di Joran tempestoso e il vento sarà tempestoso anche nelle Alpi.

È pure prevista neve. Il Basso Vallese e le Alpi Bernesi occidentali saranno le regioni più colpite. Ieri sono caduti 15-35 cm di neve fresca e fino a mercoledì mattina sono attesi ancora 40-50 cm. Sul resto delle Alpi cadranno invece 10-30 cm. Il limite delle nevicate si situerà tra 1200 e 1500 m durante la maggior parte dell'evento, con temporanei rialzi a 1700 metri. Si abbasserà poi fino in pianura nella notte su mercoledì.

 

Teaser