Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: sabato 27 febbraio 2016, ore 12:00
Prossima informazione: domenica 28 febbraio 2016, ore 12:00

Processo livello Zone interessate da a
Nevicate 3 Alta Valmaggia, Binntal, Brig - nördliches Simplongebiet, Leventina, Locarnese, Oberes Mattertal, Oberes Saastal, Obergoms, Südliches Simplongebiet, Verzasca 27.02.16, ore 18 28.02.16, ore 18

Forti nevicate in montagna: Ticino occidentale e Alpi vallesane meridionali

Sono attese abbondanti nevicate con accumuli copresi tra 40 e 70 cm.

Neve

Situazione attuale

Una vasta depressione si sposta dai Pirenei alla Sardegna determinando correnti sudorientali che convogliano aria umida verso la regione Alpina. Un debole perturbazione secondaria ad essa associata ha portato sopratutto in Ticino e nel Moesano, già nella notte su sabato, ad accumuli di 10-15 cm di neve fresca sopra 1500 metri. Il limite delle nevicate era situato tra 700 e 1000 metri.

Previsioni

Dopo una temporanea pausa, le precipitazioni riprendono nella serata di sabato intesificandosi nella notte su domenica. Fino a domenica a mezzogiorno sono attese precipitazioni estese in particolare tra il Ticino occidentale (valle Maggia) e le Alpi meridionali del vallese (tra la zona del Monte Rosa e il Goms passando per la regione del Sempione). Le precipitazioni diminuiscono d'intensità nel corso del pomeriggio di domenica.  Il limite delle nevicate sarà generalmente compreso tra 1000 e 1200 metri, ma in grado di scendere localmente fino a 600 metri durante le fasi più intense. Nelle zone indicate sono attesi sopra 1200-1500 metri da 40 a 50 cm di neve fresca con punte massime attorno a 70 cm verso la regione del Sempione e quella del Monte Rosa. Nelle altre regioni sudalpine sono attesi da 10 a 40 cm di neve fresca.

 

 

Teaser