Navigazione

Collegamenti ipertestuali

ausgew�hlt

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: mercoledì 11 aprile 2018, ore 11:05
Prossima informazione: giovedì 12 aprile 2018, ore 12:00


Forti nevicate in montagna 

Correnti meridionali determinano una situazione di sbarramento sul versante sudalpino. Sopra 1500-1800 m sono attesi 40-60 cm di neve nuova fra mercoledì alle 12 e giovedì alle 12. 
Processo livello Zone interessate da a
Nevicate 3 Alta Valmaggia, Binntal, Blenio, Brig - nördliches Simplongebiet, Leventina, Locarnese, Riviera, Südliches Simplongebiet, Verzasca 11.04.18, ore 12 12.04.18, ore 12

Meteo  (Aggiornato il: 11.04.2018, ore 11:05)

Situazione attuale

Persistenti afflussi di aria umida dai quadranti meridionali determinano una situazione duratura di sbarramento sul versante sudalpino.

Previsioni

Lo sbarramento è già in corso, ma, con il rafforzamento dei venti da sud, esso si intensificherà fra mercoledì alle 12 e giovedì alle 12. Nella notte su giovedì un fronte attivo raggiungerà le Alpi. Nel contempo una forte corrente da sudest nei bassi strati convoglierà aria molto umida verso il pendio sudalpino, soprattutto nella regione del Sempione. Il limite delle nevicate sarà compreso fra 1500 e 1800 m, ma nella notte nell'Alto Ticino e nella regione del Sempione a causa della forte intensità delle precipitazioni sarà in calo localmente fin verso i 1200 metri. In questo periodo sono attesi 40-60 cm di neve nuova sopra 1500-1800 metri. Fra i 1200 e i 1500 metri gli accumuli non rangiungeranno le soglie per l'allerta di grado 3. Fra il Moesano e la Val Poschiavo i quantitativi di neve nuova (20-40 cm) corrispondono ad un grado 2. La fase più intensa dell'evento, con precipitazioni in parte temporalesche, è prevista fra mercoledì alle 23 e giovedì alle 10. La zona più toccata è quella del Sempione.

Teaser