Navigazione

Collegamenti ipertestuali

ausgew�hlt

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: venerdì 23 novembre 2018, ore 11:00
Prossima informazione: sabato 24 novembre 2018, ore 11:00


Nevicate intense al Sud delle Alpi.  

Una perturbazione in arrivo da sudovest causerà nevicate intense al di sopra dei 1400 metri di quota. 
Processo livello Zone interessate da a
Nevicate 3 Alta Valmaggia, Alto Moesano, Blenio, Bregaglia, Leventina, Locarnese, Poschiavo, Verzasca 23.11.18, ore 12 24.11.18, ore 12

Meteo  (Aggiornato il: 23.11.2018, ore 11:00)

Situazione attuale

Una vasta zona di bassa pressione rimane stazionaria sul vicino Atlantico. Sulla regione alpina le correnti rimangono orientate dai quadranti sudoccidentali e si intensificano, causando un aumento dell’apporto di umidità dal Mediterraneo.

Previsioni

Nel corso di venerdì pomeriggio un fronte caldo raggiungerà la Svizzera, causando una nuova fase di precipitazioni a sud delle Alpi. Inizialmente il limite delle nevicate si situerà tra 800 e 1200 metri, mentre sabato mattina l’arrivo di aria più mite innalzerà il limite delle nevicate fin verso i 1200 – 1400 metri lungo le Alpi e fin verso i  1400 – 1600 metri sul Ticino centrale e meridionale.  La fase più intensa delle precipitazioni è prevista tra venerdì sera e sabato mattina. Entro sabato a mezzogiorno, nelle Alpi al di sopra dei 1400 metri si accumuleranno dai 20 ai 30 cm di neve fresca, con accumuli localmente superiori e fin verso i 35-40 cm. Per questo motivo queste regioni vengono allertate con il livello 3. Nel Ticino centrale e meridionale gli stessi quantitativi verranno accumulati unicamente a quote più alte, indicativamente al di sopra dei 1600 metri, e il rispettivo grado di allerta corrisponde al livello 2. Uno strato di neve bagnata di 5 -10 cm si potrà accumulare già a partire da una quota di 1000 metri  sull’Alto Ticino e dai 1400 metri sul Ticino meridionale.

Teaser