Navigazione

Collegamenti ipertestuali

ausgew�hlt

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: venerdì 7 dicembre 2018, ore 11:00
Prossima informazione: sabato 8 dicembre 2018, ore 11:00


Nevicate abbondanti e venti tempestosi nella Svizzera occidentale e nelle Alpi. 

Tra venerdì sera e martedì a mezzogiorno, nelle Alpi e nelle Prealpi, sopra 1400 metri sono attesi da 80 a 120 cm di neve fresca accompagnati da raffiche fino a 150 km/h. Venerdì sera nella Svizzera romanda sono attese raffiche fino a 100 km/h. 
Processo livello Zone interessate da a
Vento 3 Altopiano occidentale, Giura, Prealpi occidentali 07.12.18, ore 16 08.12.18, ore 03
Vento 3 Alpi, prealpi 07.12.18, ore 18 11.12.18, ore 12
Nevicate 3 Alpi, prealpi 07.12.18, ore 21 11.12.18, ore 12

Meteo  (Aggiornato il: 07.12.2018, ore 11:00)

Situazione attuale

A partire da venerdì sera una forte corrente da nordovest convoglierà aria molto umida verso il pendio nordalpino causando una marcata situazione di sbarramento. A seguito del rapido susseguirsi di alcune perturbazioni, il limite delle nevicate sarà molto variabile. Inoltre, nei luoghi esposti sono previsti venti tempestosi da ovest-nordovest.  Le precipitazioni e i forti venti si attenueranno solo nel corso della giornata di martedì.

Previsioni

Tra venerdì sera e sabato mattina un fronte freddo attivo accompagnato da venti tempestosi da ovest – nordovest attraverserà la regione alpina. Nel Giura e nella Svizzera occidentale sono previste raffiche di vento tra 80 e 110 km/h. Nelle altre regioni di pianura le raffiche massime saranno comprese tra 70 e 90 km/h. Nella notte su sabato il vento in pianura si indebolirà gradualmente. Nelle Alpi e Prealpi i venti tempestosi persisteranno invece fino a martedì, con raffiche in zone esposte fino a 120-150 km/h.

Tra venerdì notte e martedì mattina sono previste lungo il pendio nordalpino precipitazioni estese e abbondanti. La fase principale delle precipitazioni è attesa tra domenica mattina e lunedì pomeriggio. Il limite delle nevicate oscillerà notevolmente durante tutto il periodo. Nella notte su sabato il limite delle nevicate sarà in calo da 1200 a 800 metri, per poi risalire entro domenica mattina nuovamente a 1300 – 1700 metri. In seguito, durante la fase più intensa delle precipitazioni, il limite delle nevicate calerà di nuovo a 800 metri, localmente fino a 500. Lungo il pendio nordalpino e sulla catena principale delle Alpi, sopra 1400 metri, sono attesi da 80 a 120 cm di neve fresca, ma con accumuli localmente anche maggiori. Sopra 800 metri sono attesi da 40 a 70 cm di neve fresca, in particolare a partire da domenica. Nelle regioni adiacenti sono previsti accumuli leggermente inferiori.

Teaser