Navigazione

Collegamenti ipertestuali

ausgew�hlt

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: domenica 10 febbraio 2019, ore 11:00
Prossima informazione: lunedì 11 febbraio 2019, ore 00:00


Venti tempestosi a nord delle Alpi e nei Grigioni centro-settentrionali. 

Da domenica mattina alla notte su lunedì una vigorosa corrente da ovest provocherà venti tempestosi a nord delle Alpi e nei Grigioni centro-settentrionali. 
Processo livello Zone interessate da a
Vento 3 Altopiano, Giura, Nord e centro dei Grigioni, versante nordalpino 10.02.19, ore 09 11.02.19, ore 00

Meteo  (Aggiornato il: 10.02.2019, ore 11:00)

Situazione attuale

Una zona di bassa pressione si sposta sul Mare del Nord. Una vigorosa corrente da ovest sospingerà oggi un fronte freddo molto attivo verso la regione alpina, interessando soprattutto il versante nordalpino.

Previsioni

Nel corso di domenica la corrente da ovest si rafforzerà e nella seconda parte della giornata sospingerà un fronte freddo che raggiungerà il nord delle Alpi. Anche in pianura i venti si intensificheranno raggiungendo un'intensità tempestosa. Sull'Altopiano e lungo il Giura le raffiche saranno comprese tra 90 e 110 km/h, nelle zone collinari ed esposte fino a 120 km/h, specialmente durante il passaggio del fronte. Sulle cime e in generale al di sopra dei 1500 metri di quota le raffiche potranno raggiungere i 120 - 150 km/h. I venti tempestosi proverranno dapprima dai quadranti occidentali e sudoccidentali, di conseguenza le vallate alpine saranno interessate da una marcata fase favonica. Con il passaggio del fronte freddo i venti ruoteranno a nordovest e il favonio terminerà. Con il marcato aumento di pressione e la rotazione dei venti a nordovest, anche in serata nelle vallate alpine sono previste raffiche tempestose con velocità che potranno raggiungere i 90-120 km/h.

A causa della rotazione dei venti ai quadranti settentrionali e un gradiente barico da nord in aumento, a sud delle Alpi si instaurerà lunedì una forte corrente favonica. Durante la fase più intensa prevista tra lunedì sera e martedì mattina non è escluso che le raffiche anche a quote relativamente basse possano superare i 90 km/h, raggiungendo quindi le soglie di allerta di livello 3.

Teaser