Navigazione

Collegamenti ipertestuali

ausgew�hlt

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: domenica 12 maggio 2019, ore 11:00
Prossima informazione: lunedì 13 maggio 2019, ore 11:00


Venti tempestosi 

Fino a lunedì sera il sud delle Alpi sarà interessato da una corrente favonica tempestosa. Inoltre dalla notte su lunedì fino a mercoledì mattina una bise tempestosa spirerà sull'Altopiano romando. 
Processo livello Zone interessate da a
Vento 3 Sud delle Alpi 11.05.19, ore 18 13.05.19, ore 18
Vento 3 Altopiano occidentale, Bacino Lemanico 13.05.19, ore 00 15.05.19, ore 06

Meteo  (Aggiornato il: 12.05.2019, ore 11:00)

Situazione attuale

La regione alpina si trova tra una robusta zona di alta pressione centrata sul Regno Unito e una depressione sull'Italia centrale. Il gradiente barico tra nord e sud delle Alpi è aumentato, di conseguenza il favonio sul pendio sudalpino si è intensificato. Fino a domenica mattina le raffiche massime hanno superato i 90 km/h in pianura e i 100 km/h in montagna. Inoltre la forte corrente da nordest sta causando un'intensificazione della bise sull'Altopiano, in particolare verso la Svizzera romanda.

Previsioni

Sud delle Alpi:

nel corso della giornata di domenica il favonio si intensificherà ulteriormente. In pianura il vento sarà molto irregolare e le raffiche comprese tra 80 e 90 km/h saranno più frequenti. Al di sopra dei 1000 metri di quota e nelle zone più esposte le raffiche saranno comprese tra 90 e 110 km/h. Lunedì il vento soffierà ancora forte, ma in pianura le raffiche supereranno solo localmente i 90 km/h. Martedì il favonio si indebolirà a tutte le quote, le raffiche massime non supereranno più i 70 km/h.

Altopiano romando:

la corrente in quota da nordest andrà intensificandosi, interessando anche le regioni di pianura. Nel corso di domenica le raffiche saranno comprese tra 60 e 80 km/h, in particolare nel bacino del Lemano occidentale. Durante la notte su lunedì le raffiche diverranno più forti e interesseranno anche la regione dei Tre Laghi con raffiche comprese tra 70 e 100 km/h. La zona del Lemano occidentale rimarrà la regione dove le raffiche saranno più forti. Durante la giornata di martedì nella regione dei Tre Laghi le raffiche perderanno d'intensità e l'allerta di livello 3 rimarrà probabilmente valida solo per il bacino del Lemano occidentale. Mercoledì la corrente di bise si indebolirà ovunque e le raffiche saranno comprese tra 60 e 80 km/h.

 


 

Teaser