Navigazione

Collegamenti ipertestuali

ausgew�hlt

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: martedì 11 giugno 2019, ore 11:00
Prossima informazione: mercoledì 12 giugno 2019, ore 12:00


Pericolo di piena in calo 

Pericolo di piena moderato da parte di diversi corsi e specchi d’acqua. Miglioramento in Ticino. 
Processo livello Zone interessate da a
Piena 2 Inn, Lago dei Quattro Cantoni, Lago di Brienz, Reno alpino, Reno dalla confluenza con il Reno Posteriore fino alla confluensa con il Landquart, Rodano 11.06.19, ore 12 12.06.19, ore 12
Piena 2 Lago di Costanza, Reno dal lago di Costanza fino alla confluenza con il Thur 11.06.19, ore 12 14.06.19, ore 12

Meteo  (Aggiornato il: 11.06.2019, ore 11:00)

Situazione attuale

Fra lunedì e martedì a mezzogiorno con stati misurati i seguenti quantitativi di pioggia: Ticino occidentale, fra la valle Bedretto, la Vallemaggia e la valle Onsernone: 150-180 mm, localmente fino a 200; altre regioni del Ticino settentrionale e centrale: 70-120 mm; Binntal e regione del Sempione: 80-150 mm; regioni adiacenti a nord della cresta alpina principale, fra l'alta valle di Bagnes fino alla Mattertal, Obergoms, Alpi urane e glaronesi, fino alla regione di Vals e il Rheinwald: 50-90 mm. In tutte queste regioni sono state superate le soglie dell'allerta di livello 3, mentre sulla valle d'Hérens, valle di Anniviers, Turtmantals, Viepsrtal - Nanztals e Lötschentals - Naters, con 20-40 mm, le soglie non sono state raggiunte. Il limite delle nevicate durante l'evento si trovava fra 2600 e 3000 m.

Previsioni

Al margine di una zona depressionaria che si estende dal Mare del Nord fino alla Penisola iberica, forti correnti meridionali continuano a convogliare aria umida e instabile verso il pendio sudalpino e sulla Svizzera occidentale. Mercoledì gli afflussi da sudovest, seppur ancora presenti, si faranno un po' più asciutti.

Per i possibili temporali, in parte ancora forti, fino a mercoledì mattina lungo le Alpi, viene emessa oggi una prospettiva di maltempo. Non sono per contro più attese precipitazioni estese che raggiungono le soglie del livello 3: l'allerta è pertanto revocata.

Corsi d'acqua e laghi  (Aggiornato il: 11.06.2019, ore 11:00)

Situazione attuale

In seguito all’aumento registrato in tutto il Paese durante il periodo di Pentecoste, i livelli delle acque sono superiori alla media.
Dopo precipitazioni molto intense del lunedì di Pentecoste e nella notte su martedì, in Ticino e nel bacino imbrifero del Rodano, del Reno alpino, della Reuss urana e dell’Inn, i livelli di molti fiumi sono nettamente saliti nel giro di poco tempo e hanno superato la soglia al grado di pericolo 2. La Reuss urana, alcuni fiumi minori in Ticino e il bacino imbrifero del Rodano superiore e del Reno alpino hanno raggiunto il grado di pericolo 3. Nelle regioni citate sono inoltre nettamente saliti anche i livelli dei laghi. Il lago dei Quattro Cantoni ha raggiunto il grado di pericolo 2.
Al momento le portate sono in calo nella maggior parte delle regioni, nonostante siano ancora a un livello elevato diffuso e rimarranno in parte ancora a lungo nel grado di pericolo 2. In Ticino i livelli sono già tutti scesi al di sotto di tale grado di pericolo.
In Svizzera le quantità di neve sono tuttora superiori alle medie pluriennali regionali, in particolare nel bacino imbrifero del Reno alpino.

Previsioni

A causa dello sviluppo molto incerto delle precipitazioni, sia per quanto riguarda la quantità che per le zone interessate, le attuali previsioni dei livelli idrometrici presentano un grado di incertezza molto elevato. La maggioranza dei livelli dei corsi d’acqua interessati da piene continuerà a scendere nelle prossime ore.
Dopo un miglioramento momentaneo della situazione, si prevede un aumento a livello locale delle acque nel corso di martedì mattina. Nonostante questo sviluppo, i fiumi di dimensioni maggiori non risaliranno al prossimo grado di pericolo.

Per il Rodano, il Reno alpino inferiore e a valle del Lago Bodanico permane ancora il pericolo di piena al grado di pericolo 2 e i livelli continueranno a salire ancora per diverse ore, soprattutto nei corsi d’acqua inferiori.
Le acque del Lago Bodanico saliranno presumibilmente al grado di pericolo 2 a causa del continuo elevato afflusso di acqua dal Reno alpino. Questo pericolo permane anche per il lago di Brienz.

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Lago dei Quattro Cantoni 2 434 - 434.2 m s. l. m. 12.06.19, 00:00 - 00:00
Lago di Brienz 2 564.6 - 564.9 m s. l. m. 11.06.19, 12:00 - 12.06.19, 12:00

Scivolamenti  (Aggiornato il: 10.06.2019, ore 17:05)

Previsioni

Temporali con precipitazioni di intensità particolarmente elevata potrebbero provocare frane o colate detritiche.

Teaser