Navigazione

Collegamenti ipertestuali

ausgew�hlt

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: mercoledì 12 giugno 2019, ore 11:00
Prossima informazione: giovedì 13 giugno 2019, ore 11:00


Piene nella Svizzera orientale 

Piene nei Grigioni, nel Reno alpino e nel Lago di Costanza 
Processo livello Zone interessate da a
Piena 4 Inn-Martina 12.06.19, ore 15 12.06.19, ore 23
Piena 3 Lago di Costanza 12.06.19, ore 12 17.06.19, ore 12
Piena 3 Reno alpino 12.06.19, ore 12 13.06.19, ore 12
Piena 2 Lago dei Quattro Cantoni, Lago di Walen 12.06.19, ore 12 14.06.19, ore 12
Piena 2 Reno dal lago di Costanza fino alla confluenza con il Thur , Reuss dal Lago dei Quattro Cantoni fino alla confluenza con la Kleine Emme 12.06.19, ore 12 17.06.19, ore 12

Meteo  (Aggiornato il: 12.06.2019, ore 11:00)

Situazione attuale

Nelle ultime 24 ore una forte corrente meridionale ha spinto aria sempre umida e instabile dal Mediterraneo verso il pendio sudalpino, dove ha dato origine a forti temporali. Fra martedì mattina e mercoledì mattina, nel Moesano, la regione di Splügen e la Val Bregaglia, sono stati misurati 80-100 mm di pioggia, localmente anche di più. Nelle regioni adiacenti, in particolare nel Ticino centro-orientale e i Grigioni centrali, i quantitativi misurati sono di 40-60 mm. Il limite delle nevicate durante l'evento era compreso fra 2700 e 3200 m.
 

Previsioni

Oggi gli afflussi da sudovest si faranno progressivamente più secchi, ponendo termine alle precipitazioni intense e dando inizio ad una fase di tempo caldo e asciutto. Nel fine-settimana la probabilità di rovesci o temporali tornerà ad accentuarsi, ma i quantitativi di pioggia previsti saranno in generale modesti.
 

 

Corsi d'acqua e laghi  (Aggiornato il: 12.06.2019, ore 11:00)

Situazione attuale

A seguito delle nuove precipitazioni, molto intense in alcune zone, e allo scioglimento diffuso della neve, da mercoledì mattina si registra un nuovo innalzamento dei livelli di numerosi fiumi dei Grigioni, del Ticino e del bacino imbrifero del Reno alpino. In alcune regioni hanno superato la soglia del grado di pericolo 2 e in parte anche del grado di pericolo 3 e 4, soprattutto nel bacino imbrifero del Reno posteriore.

I livelli dei piccoli fiumi sono attualmente in calo, mentre quelli dei fiumi più grandi, in particolare del Reno alpino, sono ancora in crescita.

Anche i livelli delle acque di numerosi laghi nelle zone interessate sono di nuovo in rialzo. La quantità di neve in Svizzera rimane superiore alle medie sul lungo periodo, in particolare nel bacino imbrifero del Reno alpino.

Le allerte di piena per il Rodano, la Reuss urana e il lago di Brienz sono revocate.

 

Previsioni

Le attuali previsioni sui livelli delle acque rimangono incerte a causa delle difficoltà a prevedere l’evoluzione delle precipitazioni e dello scioglimento della neve per quanto attiene alle quantità e alle regioni colpite.

La maggior parte dei livelli dei fiumi interessati dalle piene scenderà nelle prossime ore.

Per il Reno alpino, in particolare, si prevede tuttavia un ulteriore innalzamento dei livelli. È molto probabile che il Reno alpino inferiore raggiunga il grado di pericolo 3.

Il livello dell’Inn continua a salire e permane nella fascia di pericolo elevata.

Il livello del lago di Costanza continuerà a salire a seguito delle portate in entrata elevate dal Reno alpino. Il lago dei Quattro Cantoni e le relative portate in uscite rimarranno ancora a lungo nel grado di pericolo 2.

 

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Bodensee (Obersee) - Romanshorn 3 396.80 - 397.00 m s. l. m. 13.06.19, 12:00 - 14.06.19, 12:00
Inn-Martina 4 430 - 480 m³/s 12.06.19, 15:00 - 23:00
Rhein-Diepoldsau 3 1800 - 2200 m³/s 12.06.19, 15:00 - 22:00
Walensee - Murg 3 420.65 - 420.80 m s. l. m. 13.06.19, 18:00 - 14.06.19, 06:00

Teaser