Navigazione

Collegamenti ipertestuali

ausgew�hlt

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: domenica 23 giugno 2019, ore 11:31
Prossima informazione: lunedì 24 giugno 2019, ore 11:00


Forte ondata di caldo in tutta la Svizzera. Permane la situazione di piena. 

Da lunedì a domenica è attesa una forte ondata di caldo alle basse quote di tutta la Svizzera. Le acque del lago Bodanico e del lago dei Quattro Cantoni permangono a un livello elevato. 
Processo livello Zone interessate da a
Piena 3 Lago di Costanza 12.06.19, ore 12 24.06.19, ore 12
Canicola 3 Basse quote di tutta la Svizzera 24.06.19, ore 15 30.06.19, ore 20
Piena 2 Lago dei Quattro Cantoni 12.06.19, ore 12 24.06.19, ore 12
Piena 2 Reno dal lago di Costanza fino alla confluenza con il Thur , Reuss dal Lago dei Quattro Cantoni fino alla confluenza con la Kleine Emme 12.06.19, ore 12 24.06.19, ore 12

Meteo  (Aggiornato il: 23.06.2019, ore 11:31)

Situazione attuale

Una zona di alta pressione si estende gradualmente dal Mediterraneo occidentale all'Europa centrale provocando un marcato riscaldamento della massa d'aria presente nella regione alpina.
 

Previsioni

Nei prossimi giorni l'alta pressione sull'Europa centrale e meridionale si rafforzerà ulteriormente, mantenendo attivo l'afflusso di aria calda di origine nordafricana. Di conseguenza sull'Europa centro-occidentale è attesa una forte ondata di caldo che durerà per più giorni e che coinvolgerà anche la Svizzera.

Lunedì a basse quote le temperature massime supereranno diffusamente i 30 gradi, e l'indice di calore oltrepasserà il valore di 90 in molte località. Tra martedì e giovedì le temperature massime raggiungeranno 33 - 37 gradi, con punte al nord localmente fino a 39; l'umidità relativa sarà generalmente compresa tra il 25 e il 40 %. In questo periodo l'indice di calore supererà diffusamente il valore 93. Inizialmente le temperature notturne scenderanno ancora al di sotto dei 20 gradi, mentre a partire dalla notte su mercoledì esse rimarranno generalmente sopra i 20 gradi. Si verificheranno quindi notti tropicali. Durante la notte, nelle zone urbane, le temperature minime saranno di alcuni gradi più elevate a causa del raffreddamento notturno più lento e meno marcato rispetto alle regioni di campagna. 

Sulla base delle informazioni tuttora disponibili, l'ondata di caldo durerà almeno fino a domenica 30 giugno.
 

Corsi d'acqua e laghi  (Aggiornato il: 21.06.2019, ore 11:00)

Situazione attuale

Negli ultimi giorni la situazione di piena relativa ai corsi d’acqua oggetto dell’allerta non è migliorata o lo è solo in misura esigua. Il livello delle acque del lago Bodanico è praticamente invariato da cinque giorni e si situa ancora nella fascia di pericolo 3. Anche per le acque in uscita dal lago Bondanico si osservano portate elevate costanti nel grado di pericolo 2. La situazione del Lago dei Quattro Cantoni è leggermente migliorata. Da lunedì si registra un calo del livello (ca. -3 cm al giorno) e al momento si trova ancora leggermente sopra la soglia al grado di pericolo 2. La portata in uscita dal lago permane molto elevata con deflussi nella fascia media del grado di pericolo 2.

Previsioni

La situazione dei laghi Bodanico e dei Quattro Cantoni rimarrà tesa anche nei prossimi giorni. Per il lago Bodanico e la sua portata in uscita si prevedono livelli praticamente invariati, che rimarranno quindi rispettivamente nel grado di pericolo 3 e 2.

Il Lago dei Quattro Cantoni continuerà nel suo leggero miglioramento e dovrebbe scendere sotto il grado di pericolo 2 nel corso della giornata di sabato. L’ulteriore evoluzione del livello delle acque è ancora incerta; un nuovo aumento è possibile. Gli immissari del Lago dei Quattro Cantoni dovrebbero salire ancora nei prossimi giorni, in particolare a causa di un’intensificazione dello scioglimento della neve previsto nel corso della prossima settimana.

L’allerta per questo lago permane al grado di pericolo 2. Anche la portata in uscita rimarrà nei prossimi giorni nella fascia di pericolo 2.

I temporali previsti venerdì e sabato possono causare, localmente, aumenti delle portate in diverse regioni del Paese. In particolare nelle regioni alpine sono possibili aumenti fino nel grado di pericolo 2 a seguito della propensione idrologica (scioglimento della neve, grado di saturazione portate elevate). 

 

Teaser