Navigazione

Collegamenti ipertestuali

ausgew�hlt

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: mercoledì 23 ottobre 2019, ore 11:20
Prossima informazione: venerdì 25 ottobre 2019, ore 11:00

Processo livello Zone interessate da a
Piena 2 Lago Maggiore 20.10.19, ore 11 28.10.19, ore 11

Meteo  (Aggiornato il: 23.10.2019, ore 11:20)

Situazione attuale

Mercoledì la regione alpina si trova sotto l'influsso di una zona di alta pressione centrata sull'Est europeo.  Le correnti moderate da sud fanno affluire aria secca e mite verso le Alpi.

 

 

Previsioni

Giovedì una deprerssione in quota si sposta dalla Spagna alla Sardegna. Essa fa affluire da sud aria umida dal Mediterraneo verso il pendio sudalpino. La depressione si allontana poi velocemente verso sud già nella notte su venerdì, diminuendo il suo apporto di umidità. Fino a venerdì mattina a sud delle Alpi sono attesi da 15 a 30 mm di pioggia, localmente nel Ticino centro-meridionale fino a 50 mm, nelle altre regioni adiacenti nei pressi della cresta alpina principale 10-20 mm. Il limite delle nevicate rimane compreso tra 2600 e 3000 metri. Da venerdì mattina e per alcuni giorni rimarrà poi asciutto.

Corsi d'acqua e laghi  (Aggiornato il: 22.10.2019, ore 11:00)

Situazione attuale

Nella seconda metà del lunedì, si è nuovamente registrato in Ticino e nelle regioni limitrofe un notevole aumento della portata di alcuni fiumi. In parte hanno raggiunto il grado di pericolo 2, ad esempio nella Maggia. Fino a martedì mattina, tuttavia, i livelli dei corsi d'acqua sono scesi rapidamente e sono tutti di nuovo al di sotto del grado di pericolo 2. Le allerte per i fiumi possono essere revocate.

Il livello del Lago Maggiore è ulteriormente aumentato a causa degli elevati afflussi e nella notte al martedì ha raggiunto il grado di pericolo 2.

Da lunedì sera le acque del Lago di Lugano hanno fatto registrare solo un lieve aumento. Martedì mattina hanno raggiunto il loro picco arrivando a circa 17 cm al di sotto del grado di pericolo 2. L'allerta può quindi essere revocata.

 

Previsioni

Il livello del Lago Maggiore continuerà a salire martedì e si prevede che raggiungerà il suo picco nella notte dal martedì al mercoledì rimanendo nel grado di pericolo 2. A partire da mercoledì, il livello delle acque scenderà tendenzialmente per il resto della settimana. Un leggero aumento o perlomeno a una stagnazione a causa delle precipitazioni previste è possibile per giovedì.

Teaser