Navigazione

Collegamenti ipertestuali

ausgew�hlt

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: mercoledì 13 novembre 2019, ore 11:30
Prossima informazione: giovedì 14 novembre 2019, ore 11:00


Forti nevicate sul versante sudalpino e nelle regioni adiacenti. Tempesta di favonio a nord della cresta principale delle Alpi. 

Tra giovedì a mezzogiorno e venerdì pomeriggio sono attese nevicate intense sul versante sudalpino, nella regione del Gottardo e in una fascia dall'alto Vallese alla regione di Zermatt. Sul versante nord della cresta principale delle Alpi tempesta di favonio. 
Processo livello Zone interessate da a
Nevicate 4 Moesano, Sopraceneri 14.11.19, ore 18 15.11.19, ore 12
Nevicate 4 Bregaglia, Poschiavo 14.11.19, ore 21 15.11.19, ore 18
Vento 3 Versante settentrionale della cresta principale delle Alpi 14.11.19, ore 09 15.11.19, ore 12
Nevicate 3 Binntal, Oberes Mattertal, Oberes Saastal, Obergoms, Regione del Sempione, Urserntal 14.11.19, ore 12 15.11.19, ore 12
Nevicate 3 Luganese 14.11.19, ore 18 15.11.19, ore 12
Nevicate 3 San Moritz, Zuoz 14.11.19, ore 21 15.11.19, ore 18

Meteo  (Aggiornato il: 13.11.2019, ore 11:30)

Situazione attuale

Una zona di bassa pressione centrata al largo dell'Irlanda sposterà il suo minimo entro giovedì sulla Francia. Essa causerà a partire da giovedì pomeriggio una forte corrente da sud sopra la catena alpina, dando origine a una situazione di sbarramento a sud delle Alpi e a una forte corrente favonica a nord di esse.

Previsioni

Giovedì mattina tra l'Alta Vallemaggia e la regione di Zermatt sono attese le prime nevicate. Esse si estenderanno in seguito gradualmente a tutto il versante sudalpino e alle regioni adiacenti. Tra giovedì a mezzogiorno e venerdì mattina sono attesi sopra 400 metri 5-20 cm, sopra 1000 metri 30-50 cm, a quote superiori fino a 70 cm di neve fresca, con i quantitativi maggiori in una fascia tra la regione del Sempione e l'Alta Vallemaggia.  Il limite delle nevicate si situerà tra 500 e 900 metri. Durante la fase più intensa dell'evento, prevista tra giovedì sera e venerdì mattina, il limite delle nevicate si abbasserà nel Sopraceneri a tratti fin sui fondovalle, con accumuli di alcuni cm possibili anche in pianura. Nel Sottoceneri il limite delle nevicate sarà più elevato a causa di una forte corrente di scirocco che soffierà a tratti fino a basse quote.
Nel Grigioni italiano e nell'Alta Engadina le nevicate inizieranno solo verso sera e termineranno nella serata di venerdì. Sopra 1200 metri sono attesi 25-50 cm di neve fresca.

La forte corrente da sud sopra le Alpi si manifesterà lungo il versante settentrionale della cresta principale delle Alpi con una tempesta di favonio. In una fascia dall'Oberland Bernese alle Alpi Glaronesi e alla regione del Säntis sono attese nella notte su venerdì sulle creste raffiche di 130-160 km/h, nelle zone più esposte localmente più forti. Anche nelle regioni adiacenti e nelle vallate nordalpine sono attese forti raffiche di favonio che però non raggiungeranno la soglia per l'allerta di livello 3. 

Teaser