Navigazione

Collegamenti ipertestuali

ausgew�hlt

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: venerdì 15 novembre 2019, ore 11:15
Prossima informazione: ultime informazioni


Fine delle forti nevicate sul versante sudalpino e nelle regioni adiacenti e della tempesta di favonio a nord della cresta principale delle Alpi. 

Le nevicate intense sul versante sudalpino, nella regione del Gottardo e tra l'alto Vallese e la regione di Zermatt sono per lo più terminate, così come la tempesta di favonio sul versante nord della cresta principale delle Alpi.  

Meteo  (Aggiornato il: 15.11.2019, ore 11:15)

Situazione attuale

La parte più attiva della zona di bassa pressione centrata sulla Francia si sposta lentamente a est del nostro Paese e la forte corrente da sud che ha interessato l'arco alpino si indebolisce. Anche la marcata situazione di sbarramento che tra la serata di giovedì e venerdì in mattinata ha determinato forti precipitazioni sul versante sudalpino sta volgendo al termine.

Le precipitazioni sono cominciate giovedì mattina tra il Sempione, la Valle Maggia e la Val Bedretto, ma solo in serata si sono intensificate estendendosi a tutto il versante sudalpino. Il limite delle nevicate, inizialmente compreso tra 600 e 800 metri, è sceso nella notte fino su alcuni fondovalle del Sopraceneri: in valle Maggia e val Verzasca sono caduti fino a 20 cm di neve, in Riviera e Mesolcina 0 - 5 cm. Salendo di quota i quantitativi sono andati aumentando, per raggiungere i 40 - 50 cm nella zona di Airolo mentre sopra i 1500 metri sono caduti fino a 60-70 cm di neve fresca (Sempione  70 cm, Ulrichen 57 cm, Zermatt 48 cm).

La notte scorsa è terminata anche la tempesta di favonio nelle vallate nordalpine. Da giovedì mattina nelle vallate interessate dal favonio sono state misurate raffiche comprese tra 80 e 120 km/h, nella parte urana della valla del Reuss e nell'Haslital fino a 125 km/h. Sulle cime al di sopra dei 2000 metri il forte vento da sud ha raggiunto velocità comprese tra 120 e 160 km/h, con raffiche nell'Oberland bernese fino a 205 km/h.

Previsioni

Le precipitazioni che ancora interessano il versante sudalpino, soprattutto le vallate del Grigioni italiano, così come l'Engadina, tenderanno gradualmente a indebolirsi. Entro sera in queste regioni, al di sopra dei 1300 - 1500 metri, sono attesi ancora tra 10 e 20 cm di neve. Tuttavia, dato che la fase più intensa delle precipitazioni è per lo più terminata, le allerte per forti nevicate sono revocate.

Il forte vento da sud sulle Alpi soffierà fino a venerdì sera, ma nel corso della giornata perderà gradualmente d'intensità. Anche le allerte per vento forte sono pertanto revocate.

Anche nei prossimi giorni sono attese nuove precipitazioni sul versante sudalpino e le zone circostanti lungo la cresta principale delle Alpi, ma in quantitativi tali da non raggiungere le soglie per altre allerte di maltempo.

Teaser