Navigazione

Collegamenti ipertestuali

ausgew�hlt

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: venerdì 22 novembre 2019, ore 11:00
Prossima informazione: sabato 23 novembre 2019, ore 11:00


Forti nevicate sul versante sudalpino, tempesta di favonio nelle Alpi. Pericolo marcato di piene per il lago di Lugano e la Tresa. 

Fra venerdì e domenica mattina sono attesi localmente 50-130 cm di neve a sud delle Alpi, in una fascia dalle Alpi vallesane al Ticino. Al nord il favonio soffierà tempestoso in particolare nella giornata di sabato. Il livello del lago di Lugano e della Tresa saliranno ulteriormente durante il fine settimana. 
Processo livello Zone interessate da a
Nevicate 4 Binntal, Brig - nördliches Simplongebiet, Oberes Mattertal, Oberes Saastal, Südliches Simplongebiet 22.11.19, ore 00 24.11.19, ore 09
Nevicate 3 Aletschgebiet, Alta Valmaggia, Arolla, Haut val de Bagnes, Leventina, Locarnese, Obergoms, Urner Oberland, Urserntal, Val d'Entremont - Val Ferret, Verzasca 22.11.19, ore 00 24.11.19, ore 09
Piena 3 Lago di Lugano 22.11.19, ore 11 25.11.19, ore 11
Piena 3 Tresa 22.11.19, ore 11 25.11.19, ore 11
Vento 3 Oberland Bernese, Vallese, versante nordalpino centrale, versante nordalpino orientale 22.11.19, ore 18 24.11.19, ore 09

Meteo  (Aggiornato il: 22.11.2019, ore 11:00)

Situazione attuale

Forti correnti da sud-sudest convoglieranno aria molto umida dal Mediterraneo occidentale in direzione del versante sudalpino. La situazione di sbarramento in atto s'intensificherà ulteriormente dando origine in montagna a nevicate cospicue lungo il versante sudalpino del Vallese e in Ticino.

Le precipitazioni sono iniziate nella notte su venerdì. Fino a venerdì a mezzogiorno sono caduti nelle regioni allertate, sopra 1600 metri 15-30 cm di neve fresca.

Previsioni

Le precipitazioni in corso persisteranno fino a domenica mattina con importanti nevicate in montagna sul versante sudalpino. Le regioni più toccate sono quelle comprese fra il Cervino, il Sempione e la Binntal, dove sono attesi 80-130 cm di neve fresca sopra i 1600 m circa.

Nelle regioni adiacenti, fra il Gran San Bernardo e la Dent-Blanche, sul Goms, le regioni nordoccidentali del Ticino e il Gottardo, gli accumuli attesi sono di 40-60 cm sopra i 1500 m, con punte locali fino a 80 cm nella Vallemaggia.

Il limite delle nevicate sarà inizialmente compreso fra 1000 e 1300 m, per poi risalire a 1400-1600 nella notte sul sabato. Nella fase finale dell'evento, a partire da sabato sera, il limite delle nevicate si alzerà fin verso 1800-2100 m. Sul versante meridionale del Sempione, nella regione di Gondo, sono attesi sotto 1500 metri 100-130 mm di pioggia.  

Il favonio si rafforzerà ulteriormente venerdì pomeriggio e si farà tempestoso dalla notte seguente sulle creste e nelle vallate; nel Vallese come pure in una fascia compresa fra la Jungfrau, l'alta valle della Reuss, fino alla valle del Reno sangallese le raffiche toccheranno gli 80-120 km/h. Sopra i 2000 m sono attese punte di 130-170 km/h. La fase più intensa è prevista per sabato fra le 6 e le 20, in montagna fin verso la mezzanotte di sabato.

Corsi d'acqua e laghi  (Aggiornato il: 22.11.2019, ore 11:00)

Situazione attuale

Mercoledì e giovedì le portate nelle zone degli immissari del lago di Lugano sono scese leggermente. Da venerdì mattina stanno nuovamente salendo. Giovedì sera, la Tresa, l’emissario del lago di Lugano, è salita leggermente, a circa 80 m3 al secondo. Di conseguenza, il livello del lago è sceso leggermente, ma si trova ancora nel grado di pericolo 2.

Previsioni

Le precipitazioni di venerdì e sabato faranno salire nuovamente le portate in entrata. Di conseguenza, il livello del lago di Lugano aumenterà di nuovo. Il picco è previsto domenica e dovrebbe raggiungere di poco il grado di pericolo 3 domenica. L’innalzamento del livello delle acque del lago di Lugano comporterà anche un ulteriore innalzamento della portata della Tresa, la quale raggiungerà anch’essa il grado di pericolo 3 durante il fine settimana. All’inizio della prossima settimana è previsto un lento abbassamento dei livelli delle acque del lago.

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Lago di Lugano - Melide 3 271.05 - 271.15 m s. l. m. 24.11.19, 00:00 - 23:00
Tresa-Ponte Tresa 3 110 - 120 m³/s 24.11.19, 00:00 - 23:00

Teaser