Navigazione

Collegamenti ipertestuali

ausgew�hlt

Contenuto

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: venerdì 28 febbraio 2020, ore 03:00
Prossima informazione: venerdì 28 febbraio 2020, ore 12:00


Venti tempestosi nelle Alpi, fine della tempesta nella Svizzera romanda e sulle pianure della Svizzera tedesca. 

I forti venti persisteranno nelle Alpi fino a venerdì a mezzogiorno, mentre sulla Romandia e sulle pianure della Svizzera tedesca si sono indeboliti. 
Processo livello Zone interessate da a
Vento 3 Oberland Bernese, versante nordalpino centrale, versante nordalpino orientale 27.02.20, ore 09 28.02.20, ore 12

Meteo  (Aggiornato il: 28.02.2020, ore 03:00)

Situazione attuale

La depressione all'origine dei forti venti prosegue il suo spostamento verso est: alle basse quote il vento si è indebolito, ma in montagna continuano a soffiare forti correnti da nordovest.

Giovedì sera un fronte freddo accompagnato da venti tempestosi ha attraversato la Svizzera nordalpina. Questo ha posto fine al forte favonio nelle Alpi. Le raffiche massime misurate hanno toccato i 110 km/h nella valle urana della Reuss e i 90 km/h nella valle del Reno.

Anche i venti in pianura hanno raggiunto valori di 80-110 km/h, in luoghi esposti e sul Giura anche i 90-150 km/h, localmente 170 km/h. Nel corso della notte il vento si è indebolito: l'allerta di livello 3 è pertanto revocata per le regioni di pianura.

 

Previsioni

Sulle cime del versante nordalpino fino a stanotte si sono misurate raffiche massime di 120-160 km/h; in queste regioni il vento si indebolirà solo venerdì mattina: resta perciò attiva l'allerta di livello 3.

Nel Vallese e sul centro dei Grigioni i venti in montagna hanno toccato 90-120 km/h: anche su queste regioni l'allerta di livello 2 resta attiva fino a venerdì a mezzogiorno.
 

Teaser