Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Pericoli naturali attuali in Svizzera

Aggiornamento: 26.04.2017, 07:25

Teaser di allerta

Pericoli attuali in Svizzera

  (32 Messaggi)   mostrare

Bollettino dei pericoli naturali

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: martedì 25 aprile 2017, ore 12:00

Nevicate abbondanti in montagna.

Fra martedì e giovedì sera sono attese in una fascia tra la regione del Gottardo e quella del Bernina sopra 2000 metri nevicate abbondanti.
Processo livello Zone interessate da a
Nevicate 3 Albulatal, Alto Moesano, Bivio-Avers, Bregaglia, Engadina alta, Lugnez-Valsertal, Nord del Ticino, Poschiavo, Rheinwald, Riein-Safiental, Savognin, Schams, Urserntal, Val Medel-Sumvitg 25.04.17, ore 08 27.04.17, ore 08

Nevicate

Situazione attuale

Fino a giovedì forti correnti da sudovest convoglieranno aria umida verso la regione alpina. Un fronte freddo attivo ha raggiunto la Francia e attraverserà solo molto lentamente la Svizzera, manifestandosi con precipitazioni perlopiù continue su entrambi i versanti delle Alpi. L'aria fredda che segue il fronte raggiungerà il versante nordalpino già domani, mentre al Sud l'aria più fredda affluirà solo nella notte su giovedì.

Previsioni

Le precipitazioni, che sono iniziate lunedì notte, si intensificheranno nel corso di martedì pomeriggio. La fase più attiva dell'evento è prevista fra martedì sera e mercoledì a mezzogiorno. Le regioni più toccate sono quelle a ridosso della cresta principale delle Alpi, in una fascia che spazia tra la regione del S. Gottardo e la regione del Bernina. I forti venti in quota spingeranno le precipitazioni anche a nord della cresta principale delle Alpi. In queste regioni, sopra 2000 metri, potranno cadere localmente 70 – 100 cm di neve bagnata e “pesante”.

Sul versante sudalpino, durante le fasi più intense dell'evento, il limite delle nevicate potrà calare temporaneamente fin verso 1400 metri. In Ticino le precipitazioni cesseranno nel primo mattino di giovedì, per poi riprendere verso giovedì sera, soprattutto nelle Alpi. Per quel che riguarda le piogge nell'arco di 24 ore tra la Leventina e la Bregaglia localmente sono previsti oltre 70 mm raggiungendo la soglia di grado 2.

Sul versante nordalpino già nella notte su mercoledì affluirà aria sensibilmente più fredda. Il limite delle nevicate scenderà nel Giura fino a 600 metri. In una fascia tra il Lago di Costanza e la Svizzera centrale la neve cadrà sopra 800 - 1200 metri circa, durante le precipitazioni più intense localmente anche più in basso con importanti accumuli di neve bagnata in grado di causare danni alla vegetazione.