Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Pericoli naturali attuali in Svizzera

Aggiornamento: 28.06.2017, 05:23

Teaser di allerta

Pericoli attuali in Svizzera

  (45 Messaggi)   mostrare

Bollettino dei pericoli naturali

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: martedì 27 giugno 2017, ore 12:00
Prossima informazione: mercoledì 28 giugno 2017, ore 12:00

Al Sud delle Alpi e nelle regioni adiacenti sono attese piogge abbondanti con conseguente pericolo di piene.

Al Sud delle Alpi e nelle regioni adiacenti situate lungo la cresta principale delle Alpi sono previste piogge intense. I fiumi Ticino e Maggia e il Lago di Lugano raggiungeranno mercoledì il grado di pericolo 2.
Processo livello Zone interessate da a
Piogge 3 Binntal, Bivio-Avers, Brigels, Lugnez-Valsertal, Maderanertal, Oberes Saastal, Obergoms, Regione del Sempione, Rheinwald, Riein-Safiental, San Moritz, Sud delle Alpi, Urner Oberland, Urserntal, Val Medel-Sumvitg, nördliches Tavetsch 28.06.17, ore 00 29.06.17, ore 09
Piena 2 Lago Maggiore, Lago di Lugano, Maggia, Reuss di Uri, Rodano, Ticino, Tresa 28.06.17, ore 00 30.06.17, ore 12

Meteo

Situazione attuale

Sospinta da rapide correnti sudoccidentali, un'attiva perturbazione temporalesca legata ad una zona depressionaria presso la Manica, attraverserà mercoledì la Svizzera.

Previsioni

Sul versante sudalpino sono attese precipitazioni abbondanti, con probabile formazione di linee temporalesche stazionarie, in particolare fra la Vallemaggia, la Verzasca e la Leventina. Le piogge saranno trasportate dai forti venti da sudovest in parte fino alle regioni confinanti a ridosso della cresta principale delle Alpi e fin sull'Alta Engadina (specialmente in prossimità del Maloja e del Bernina). La fase più intensa dell'evento è prevista nella mattinata di mercoledì.

È così emessa un'allerta di grado 3, con quantitativi attesi di 100-130 mm a sud delle Alpi, fino a 150-200 sulla Vallemaggia, Verzasca e su parte della Leventina. Su quest'ultima regione non si esclude di raggiungere localmente anche le soglie del grado 4 (130-160 mm).

Il limite delle nevicate si trova all'inizio sopra i 3000 m, per poi scendere nella notte sul giovedì fino a 2500 m.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

I fiumi a sud e a nord delle Alpi, nei Grigioni e nel Vallese hanno reagito con un moderato aumento del loro deflusso alle precipitazioni cadute a partire da lunedì pomeriggio. Nei bacini imbriferi, in particolare nel Vallese, i deflussi sono aumentati in seguito all’intenso scioglimento delle nevi e dei ghiacciai. Domenica vi è stato un rapido aumento del livello del Lago di Lugano in seguito alle cospicue precipitazioni e martedì a mezzogiorno si situa ad appena 7 cm al di sotto della soglia relativa al grado di pericolo 2.

Previsioni

In seguito alle precipitazioni tempestive previste, i deflussi dei fiumi Maggia e Ticino faranno registrare un forte aumento e si presume che raggiungeranno il grado di pericolo nel corso di mercoledì mattina. I picchi sono attesi per mercoledì sera. In particolare, sussiste la possibilità che il Ticino possa raggiungere il grado di pericolo 3. L’aumento dei deflussi comporterà l’ascesa dei livelli del Lago Maggiore e del Lago di Lugano. Per i due laghi si prevede il superamento mercoledì dei valori soglia al grado di pericolo 2. I livelli raggiungeranno i loro picchi giovedì. Il livello del Lago di Lugano potrebbe salire addirittura al grado di pericolo 3. Anche i deflussi della Reuss urana e del Rodano aumenteranno notevolmente in seguito all’effetto combinato dello scioglimento delle nevi e dei ghiacciai. Si prevede che probabilmente supereranno di poco il grado di pericolo 2.

Saliranno notevolmente anche le acque dei fiumi piccoli e medi nei Cantoni Ticino, Vallese e Grigioni e del versante nordalpino. I fiumi della Leventina saranno presumibilmente quelli con il maggiore aumento dei livelli.

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Lago Maggiore - Locarno 2 194.6 - 195.1 m s. l. m. 29.06.17, 20:00 - 30.06.17, 08:00
Lago di Lugano - Melide 2 270.9 - 271.2 m s. l. m. 29.06.17, 12:00 - 30.06.17, 12:00
Maggia-Locarno 2 900 - 1600 m³/s 28.06.17, 14:00 - 27.06.17, 20:00
Reuss-Seedorf 2 240 - 320 m³/s 28.06.17, 20:00 - 00:00
Rhone-Brig 2 230 - 280 m³/s 28.06.17, 20:00 - 00:00
Rhône-Porte du Scex 2 600 - 720 m³/s 29.06.17, 06:00 - 14:00
Ticino-Bellinzona 2 800 - 1100 m³/s 28.06.17, 18:00 - 00:00
Ticino-Pollegio 2 300 - 400 m³/s 28.06.17, 16:00 - 22:00