Navigazione

Collegamenti ipertestuali

selezionato

Contenuto

Pericoli naturali attuali in Svizzera

Aggiornamento: 26.06.2016, 22:32

Teaser di allerta

Pericoli attuali in Svizzera

  (6 Messaggi)   mostrare

Bollettino dei pericoli naturali

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: domenica 26 giugno 2016, ore 12:00
Prossima informazione: martedì 28 giugno 2016, ore 12:00

Livelli delle acque ancora alti

I livelli del lago Bodanico restano molto elevati nonostante il previsto miglioramento del tempo. Numerosi emissari registrano ancora livelli delle portate superiori alla media.
Processo livello Zone interessate da a
Piena 4 Lago di Costanza 17.06.16, ore 07 29.06.16, ore 12
Piena 3 Rhein-Neuhausen 19.06.16, ore 12 28.06.16, ore 12
Piena 2 Aare a valle del lago di Bienne 16.06.16, ore 12 29.06.16, ore 12
Piena 2 Reuss dal Lago dei Quattro Cantoni fino alla confluenza con la Kleine Emme 25.06.16, ore 12 28.06.16, ore 12

Meteo

Situazione attuale

Dopo le precipitazioni  localmente intense di venerdì e sabato la situazione meteorologica si è in gran parte stabilizzata.  Grazie ad una corrente debole da ovest affluisce aria progressivamente più asciutta e stabile verso la regione alpina.

Previsioni

Dopo il passaggio della perturbazione in quota domenica sera, che porterà qualche rovescio e temporale tra il sud delle Alpi e i Grigioni, nella prima metà della settimana è atteso tempo soleggiato. Nel corso di mercoledì  soprattutto in montagna aumenta di nuovo la possibilità di rovesci e temporali davanti ad un fronte freddo che dovrebbe transitare giovedì in giornata. In seguito aria nuovamente pìu secca dovrebbe determinare il tempo del nostro Paese.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Le precipitazioni cadute da venerdì sera hanno causato su vaste aree aumenti temporanei dei livelli delle acque di fiumi e laghi. Leggeri aumenti sono stati osservati per il lago Bodanico e il lago dei Quattro Cantoni (+1-2 cm), mentre aumenti un po’ più elevati hanno interessato i laghi di Bienne, di Thun e di Brienz (fino a +20cm). Nel frattempo, i livelli delle acque si sono stabilizzati o stanno già calando. I livelli del lago Bodanico si trovano ancora nella fascia di pericolo 4, mentre il livello delle acque del lago dei Quattro Cantoni si è avvicinato alla soglia al grado di pericolo 2.

Lungo i fiumi, la situazione delle portate si distingue in due casi. Da un lato, i corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni presentano, dopo gli aumenti in parte cospicui causati dai temporali, portate perlopiù in forte calo. Dall’altro, lungo i fiumi a valle di grandi laghi le portate sono invece ancora nettamente salite.

Lungo il Reno a valle del lago Bodanico la portata è di poco superiore alla soglia al grado di pericolo 3. Le portate dell’Aare a valle del lago di Bienne come pure della Reuss a valle del lago dei Quattro Cantoni si trovano nella fascia di pericolo 2. Anche la portata dell’Aare a valle del lago di Thun è salita in misura netta. Il Reno presso Basilea registra al momento una portata di poco inferiore al grado di pericolo 2.

Previsioni

Le condizioni di tempo asciutto previste per i prossimi giorni comporteranno un ulteriore diminuzione dei livelli delle acque. Possono pertanto essere revocate le allerte per i corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni, la Emme, l’Aare da Murgenthal alla confluenza del Reno e il Reno a partire dalla confluenza della Thur. Il lago Bodanico, superiore e inferiore, rimarrà la prossima settimana ancora nel grado di pericolo 4. Di conseguenza, anche il livello del suo emissario continuerà ad essere elevato, mantenendosi presumibilmente fino a martedì nel grado di pericolo 3.

Nei prossimi giorni la portata in uscita dal lago di Bienne sarà ancora regolata a un livello elevato. Fino a metà della prossima settimana, per l’Aare tra il lago di Bienne e Murgenthal vige il grado di pericolo 2. Il livello dei Quattro Cantoni si è stabilizzato sulla soglia del grado di pericolo 2 e diminuirà nei prossimi giorni. La sua portata in uscita registra attualmente valori nel grado di pericolo 2; nel corso della prossima settimana scenderà anch’essa.


Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: sabato 25 giugno 2016, ore 12:00
Prossima informazione: domenica 26 giugno 2016, ore 12:00

Livelli delle acque ancora molto alti

Il livello del lago Bodanico e del Reno dal lago Bodanico a Basilea permangono molto elevati. Fino a domenica mattina sono attesi temporali in parte forti. Localmente sono da prevedere forti aumenti dei livelli dei corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni.
Processo livello Zone interessate da a
Piena 4 Lago di Costanza 17.06.16, ore 07 29.06.16, ore 12
Piena 3 Rhein-Neuhausen 19.06.16, ore 12 27.06.16, ore 12
Piena 2 Aare a valle del lago di Bienne 16.06.16, ore 12 29.06.16, ore 12
Piena 2 Alpi, Altopiano, Giura 24.06.16, ore 15 26.06.16, ore 12
Piena 2 Emme 25.06.16, ore 12 26.06.16, ore 12
Piena 2 Reuss dal Lago dei Quattro Cantoni fino alla confluenza con la Kleine Emme 25.06.16, ore 12 27.06.16, ore 12
Piena 2 alto Reno 25.06.16, ore 12 27.06.16, ore 12

Meteo

Situazione attuale

La Svizzera si trova sotto l'influsso di aria umida e instabile. Nella notte su sabato e sabato mattina si sono sviluppati alcuni temporali, localmente accompaganti da forti piogge, grandine e forti raffiche di vento. Nelle regioni più toccate sono caduti tra 20 e 70 mm, con massimi localmente anche maggiori. Alcune stazioni di misura hanno fatto registrare intensità comprese tra 20 e 40 mm all'ora.

Previsioni

Dopo una breve tregua, sabato pomeriggio l'attività temporalesca riprenderà vigore, concentrandosi però verso le prealpi, le Alpi e il versante sudalpino. In queste regioni sono previsti 20 - 40 mm di pioggia, in temporali violenti sono tuttavia possibili accumuli fino a 70 mm.

Domenica è previsto un generale miglioramento del tempo in tutto il Paese.

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Martedì i livelli delle acque del lago Bodanico hanno sfiorato i valori soglia al grado di pericolo 5. Da allora sono scesi di circa 5 cm. Poiché gli affluenti sono ancora saliti a causa delle precipitazioni più recenti, attualmente non si osservano altri cali dei livelli delle acque. Anche la portata in uscita dal lago Bodanico resta elevata. La portata del Reno presso Neuhausen si situa ancora nella fascia di pericolo 3. Le intense precipitazioni a carattere temporalesco cadute nella notte su sabato hanno causato in numerose regioni aumenti a livello locale, in parte molto marcati, delle portate. I livelli di alcuni corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni hanno temporaneamente segnato valori nella fascia di pericolo 2 o superiori.

Portate nella fascia di pericolo 3 sono state ad esempio osservate per il Minster (in entrata nel lago della Sihl). Le portate lungo la Emme superiore o l’Alp presso Einsiedeln hanno temporaneamente superato la soglia al grado di pericolo 2. La portata in uscita dal lago di Bienne è stata ridotta nettamente a fini precauzionali, al fine di fare confluire senza pericoli nell’Aare l’ondata di piena proveniente dalla Emme. Lungo il Reno a valle dell’affluente dell’Aare si registra attualmente un leggero aumento dei livelli delle acque. La portata presso Basilea ha raggiunto nel frattempo il grado di pericolo 2.

 

Previsioni

A causa della situazione attuale dei temporali, i livelli dei corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni possono reagire in misura elevata fino a domenica a mezzogiorno e raggiungere momentaneamente picchi di portata elevati. Al sud delle Alpi sono attesi aumenti dei livelli delle acque meno elevati.

Fino a domenica saliranno anche i livelli dei principali corsi d’acqua. Lungo la Emme si prevedono portate nella fascia di pericolo 2. Anche lungo la Piccola Emme, la Reuss o la Sihl non è da escludere che le portate raggiungano il grado di pericolo 2. Nei prossimi giorni la portata in uscita dal lago di Bienne sarà regolata ancora a un livello elevato. Per l’Aare fino alla confluenza con il Reno vige il grado di pericolo 2. Di conseguenza anche il Reno dal lago Bodanico a Basilea aumenterà leggermente, rimanendo presumibilmente ancora fino a lunedì nel grado di pericolo 2 prima di ricominciare a scendere.

I livelli delle acque dei principali laghi stanno salendo ancora leggermente. Il lago Bodanico, superiore e inferiore, rimarrà ancora fino alla prossima settimana nel grado di pericolo 4. Di conseguenza anche il livello del suo emissario continuerà ad essere elevato, mantenendosi nel grado di pericolo 3. I livelli del lago di Zurigo e del lago dei Quattro Cantoni aumenteranno leggermente, ma si presume che, seppur di poco, non raggiungeranno il grado di pericolo 2.

 

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Emme-Wiler 2 220 - 320 m³/s 25.06.16, 18:00 - 26.06.16, 03:00
Rhein-Basel 2 2600 - 2800 m³/s 26.06.16, 03:00 - 15:00

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: venerdì 24 giugno 2016, ore 12:00
Prossima informazione: lunedì 27 giugno 2016, ore 12:00

Livelli delle acque ancora molto alti

Negli scorsi giorni i livelli delle acque hanno fatto registrare un lento calo. Il livello del lago Bodanico e del suo emissario restano molto alti. Fino a domenica mattina sono previste precipitazioni a carattere temporalesco. A livello regionale sono attesi forti aumenti dei livelli di corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni.
Processo livello Zone interessate da a
Piena 4 Lago di Costanza 17.06.16, ore 07 29.06.16, ore 12
Piena 3 Rhein-Neuhausen 19.06.16, ore 12 27.06.16, ore 12
Piena 2 Aare a valle del lago di Bienne 16.06.16, ore 12 29.06.16, ore 12
Piena 2 Alpi, Altopiano, Giura 24.06.16, ore 15 26.06.16, ore 12

Meteo

Situazione attuale

La Svizzera si trova sotto l'influsso di correnti d'aria vieppiù instabili e umide. Già venerdì mattina si sono formati alcuni forti temporali sull'Altopiano centrale e sulle confinanti Prealpi.

Previsioni

L'attività temporalesca aumenterà venerdì sera, soprattutto al nord delle Alpi. I temporali saranno quasi stazionari e di conseguenza localmente si potranno avere quantitativi abbondanti di precipitazioni, fino a 50 mm in poco tempo. L'instabilità sarà presente anche sabato ma l'attività temporalesca si sposterà nelle Alpi e al sud delle Alpi, dove però i temporali saranno più mobili che venerdì. I temporali potranno così essere più estesi ma con intensità minori. Domenica aria più fresca e asciutta arriverà da nord, favorendo una stabilizzazione del tempo. Soprattutto al nord sono ancora possibili alcuni temporali. Il limite delle nevicate si troverà a 3000-3500 m venerdì e sabato, mentre scenderà a 2500 m per domenica. 

Corsi d'acqua e laghi

Situazione attuale

Martedì il lago Bodanico, superiore e inferiore, ha registrato i suoi picchi, che hanno sfiorato il livello soglia al grado di pericolo 5. I livelli stanno da allora scendendo molto lentamente. Anche la portata in uscita dal lago Bodanico sta diminuendo gradualmente. Attualmente si trova ancora nel grado di pericolo 3. La portata in uscita dal lago di Bienne continua a essere regolata a un livello elevato nella fascia di pericolo 2. Il livello delle acque del lago di Zurigo è ancora sceso.

Previsioni

I livelli delle acque dei principali laghi e dei relativi emissari scenderanno ancora, seppur lentamente. Il lago Bodanico, superiore e inferiore, rimarrà fino alla prossima settimana nel grado di pericolo 4. Di conseguenza, anche il livello del suo emissario continuerà ad essere molto elevato, nonostante il lento calo e sabato sera dovrebbe situarsi nel grado di pericolo 2. La portata in uscita dal lago di Bienne continuerà a essere regolata a un livello elevato anche nei prossimi giorni. Il grado di pericolo 2 vige ancora fino a Murgenthal.
Il livello del lago di Zurigo scenderà presumibilmente nella giornata di venerdì al di sotto della soglia del grado di pericolo 2. La relativa allerta può quindi essere revocata. I corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni reagiranno ai temporali previsti. Per l’intera regione a nord delle Alpi viene quindi emanata un’allerta.