Ambito dei contenuti

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: domenica 8 agosto 2021, ore 11:00
Prossima informazione: lunedì 9 agosto 2021, ore 11:00


Fine delle intense precipitazioni persistenti nelle Alpi orientali. Permane un pericolo di piena marcato per il Lago Bodanico. Revoca dell’allerta per il Ticino e il Reno alpino. 

Tra sabato pomeriggio e domenica mattina presto, precipitazioni violente in parte a carattere temporalesco sono cadute nei Grigioni settentrionali e centrali. In queste regioni sono state registrate quantità di pioggia tra 25 e 35 mm, localmente fino a 45 mm. Permane l’allerta di grado 3 (pericolo di piena marcato) per il Lago Bodanico. Il pericolo di piena per il lago di Lugano è sceso da marcato (grado 3) a moderato (grado 2). Le allerte per il Ticino e il Reno alpino sono revocate, così come tutte le allerte per i corsi d’acqua di piccole e medie dimensioni. 
Processo livello Zone interessate da fino a
Piena 3 Lago di Costanza 04.08.21, ore 12 09.08.21, ore 12
Piena 2 Reno dal lago di Costanza fino alla confluenza con il Thur , Tresa 04.08.21, ore 12 09.08.21, ore 12
Piena 2 Aare dal lago di Bienne fino alla confluenza con l'Emme 06.08.21, ore 12 09.08.21, ore 12
Piena 2 Lago di Lugano 08.08.21, ore 12 12.08.21, ore 12

Meteo  (Aggiornato il: 08.08.2021, ore 11:00)

Situazione attuale

Tra sabato a metà giornata e domenica mattina un fronte freddo attivo ha interessato il nostro Paese. In circa 12 ore nel nord e nel centro dei Grigioni sono stati misurati fra 25 e 35 mm, localmente fino a 45 mm. Nelle regioni limitrofe delle Alpi centrali e orientali sono caduti da 15 a 25 mm. A sud delle Alpi i quantitativi di pioggia hanno raggiunto 55 – 80 mm, localmente 95 – 110 mm. Nella Svizzera occidentale sono stati registrati da 25 a 40 mm. Il limite delle nevicate è calato da 3600 metri a 2700 – 3000 metri al Nord, a 3000 – 3200 metri al Sud e nei Grigioni.  

Previsione

Con lo spostamento del fronte freddo verso est le precipitazioni si sono in gran parte indebolite e le allerte vengono pertanto revocate. Nei prossimi giorni non sono previste precipitazioni in grado di raggiungere le soglie di allerta. Per le previsioni meteorologiche consultare il bollettino meteorologico aggiornato più volte al giorno disponibile sulla app o sul sito di MeteoSvizzera alla pagina https://www.meteosvizzera.admin.ch/home.html?tab=report.

Corsi d'acqua e laghi  (Aggiornato il: 08.08.2021, ore 11:00)

Situazione attuale

Le intense precipitazioni di sabato hanno causato aumenti in parte marcati dei livelli delle acque nelle regioni interessate. Lungo diversi torrenti e fiumi, ad esempio Gürbe, Moesa e Reno posteriore, sono stati registrati picchi di portata nel grado di pericolo 2. La portata del Ticino ha raggiunto il suo picco sopra la soglia del grado di pericolo 2 nella notte su domenica e da allora è in calo. Il Reno alpino è salito fino appena sotto la soglia del grado di pericolo 2. Le allerte per il Ticino e il Reno alpino sono pertanto revocate.

Nel Ticino meridionale sono cadute solo precipitazioni esigue. Il livello del lago di Lugano è quindi sceso ulteriormente da sabato mattina e si trova ora nell’ambito del grado di pericolo 2. La Tresa, il suo emissario, fa ancora segnare portate elevate nell’ambito del grado di pericolo 2.

Il livello delle acque del Lago Bodanico è rimasto praticamente invariato a causa dell’aumento delle portate in entrata. Il livello del lago superiore si trova di poco nel grado di pericolo 3, mentre quello del lago inferiore è ancora nel grado di pericolo 2. Il Reno a valle del Lago Bodanico convoglia portate costantemente elevate (grado di pericolo 2).

La portata in uscita dal lago di Bienne, soggetta a regolazione, è stata temporaneamente ridotta a causa dell’aumento della portata degli affluenti dell’Aare, specialmente della Emme. Nel frattempo, tuttavia, è stata nuovamente aumentata e si avvicina al suo livello iniziale nell’ambito del grado di pericolo 2. A seguito della riduzione della portata, il lago di Bienne è salito di 25 cm.

Previsioni

Nei prossimi giorni è previsto un calo diffuso dei livelli delle acque dovuto al tempo asciutto.

L’allerta per il lago di Lugano scende al grado 2. Le allerte vigenti per il Lago Bodanico e il suo emissario sono invece mantenute. Infatti, a seguito dell’aumento della portata in entrata dal Reno alpino, è da attendersi un temporaneo mantenimento o un leggero aumento dei livelli delle acque. A causa del deflusso controllato delle acque in corso, resta in vigore anche l’allerta per l’Aare a valle del lago di Bienne (grado di pericolo 2) ma solo per il tratto fino alla confluenza con la Emme..

Informazioni supplementari

L’UFAM ha pubblicato un rapporto sulle piene del luglio 2021, disponibile online su Piene del luglio 2021: le intense precipitazioni causano inondazioni diffuse.  

Stazione Livello di pericolo Massimo Periodo massimo
Bodensee (Obersee) - Romanshorn 3 396.92 - 396.95 m s. l. m. 09.08.21, 02 - 22
Bodensee (Untersee) - Berlingen 2 396.50 - 396.52 m s. l. m. 09.08.21, 12 - 10.08.21, 12